A dispetto del cocco di casa, ovvero Android, va detto che Google non ha mai fatto mancare attenzioni pure alla piattaforma iOS, proponendo applicazioni di qualità identica se non in alcuni casi addirittura superiore alla controparte per il robottino verde. Ci sono state però eccezioni anche in quel di Mountain View, una su tutte Gmail. Se la controparte Android si è convertita al Material Design sin dal 2014, sugli iDevice il design è pressoché rimasto immutato per 4 anni. Così appariva il client sino a poche ore fa (è una schermata del 2013, ma quelle più recenti presentavano poche modifiche estetiche):

nuovaappgmailios

Finalmente Google ha riconosciuto la necessità di un sostanzioso ritocco, che ha portato Gmail per iOS nella versione 5.0 a trasformarsi da quanto sopra a così:

nuovaappgmailios

Il brutto anatroccolo diventa così cigno (almeno rispetto a quanto ci si era abituati), rendendosi sostanzialmente identico a Gmail per Android. Anche a livello di funzionalità si è raggiunta quasi la parità, con la possibilità di annullare un invio appena effettuato, ricercare in modo più rapido grazie alla correzione degli errori in fase di digitazione e archiviare o eliminare un messaggio attraverso uno swipe. L'ultima mancanza di fatto rimasta è il supporto ad account non-Gmail, rendendolo così meno efficiente in contesti dove sono in uso più servizi di posta elettronica. La multiutenza è confinata al solo ambito Google e l'unica via per ovviare all'inconveniente è quella di impostare il servizio sia per operare un'importazione automatica dagli altri account sia per inviare email usandone gli indirizzi. Fattibile, dunque, ma non altrettanto comodo quanto un supporto nativo e dedicato.

Gmail 5.0 per iOS è già disponibile sull'App Store, sotto forma di aggiornamento per coloro che hanno la versione precedente installata. Un aggiornamento è arrivato anche per Google Calendar, che permette l'uso delle visuali settimana e mese anche in orizzontale, il supporto a Spotlight e l'impostazione di calendari non gregoriani (ad esempio quelli islamici).