mini-metro-1

Ricordo che quando ero sui banchi di scuola, verosimilmente alle medie, durante le lezioni più noiose mi capitava di tirare fuori un foglio bianco e progettare quella che definivo la città ideale. Tutto partiva sempre da un fiume, una linea curva che attraversava il foglio da sinistra verso destra, tracciata con un evidenziatore azzurro, e intorno ad essa si sviluppava la città, rappresentata in via schematica nei suoi elementi infrastrutturali e urbanistici più importanti: la stazione ferroviaria, le arterie stradali ad alto scorrimento, l'ospedale, la centrale di polizia, l'università, e così via... Ricordo che uno degli elementi che più amavo "progettare" era la rete metropolitana; mi preoccupavo di tracciare il percorso delle linee e rappresentavo le stazioni con dei pallini e gli interscambi con cerchi vuoti più grandi. Forse questo passatempo non era una mia esclusiva e gli ideatori del gioco di cui vi voglio parlare hanno praticamente trasposto in digitale ciò che io facevo su carta.

mini-metro-livelli

Mini Metro è un gioco di strategia sviluppato dalla software house indipendente Dinosaur Polo Club che consiste nel riuscire a realizzare una rete metropolitana in grado di soddisfare le esigenze di una popolazione costantemente in crescita. Esistono diverse piantine, che corrispondono per disposizione degli specchi d'acqua ad alcune delle più famose città del mondo, ovviamente dotate di una rete metropolitana: Londra, Parigi, New York, Melbourne e così via... Alcune mappe sono disponibili fin da subito, altre si sbloccheranno andando avanti nel gioco. Ad ogni città non corrisponde solo una topografia differente ma anche un diverso rate di crescita della popolazione e delle stazioni metro. Quest'ultime infatti con il passare dei minuti spunteranno in luoghi più o meno casuali della piantina, il nostro compito sarà quello di collegarle le une alle altre nel modo che riteniamo più efficiente possibile. Sulle linee disegnate inizieranno a scorrere i treni che raccoglieranno i passeggeri nelle varie stazioni e li condurranno verso la loro meta, riconoscibile dai diversi simboli geometrici. Il tutto viene gestito dal computer, e i passeggeri troveranno da soli il percorso più efficiente per giungere a destinazione.

mini-metro-2

Qual è il nostro compito allora? Soltanto quello di disegnare – e via via aggiornare  – la rete, affinché questa abbia un grado di efficienza così elevato da non lasciare i passeggeri per troppo tempo in attesa di un vagone libero. Se quest'ultima condizione non dovesse essere rispettata si andrà in contro al fatidico Game Over. Una seconda modalità di gioco, invece, non presenta la possibilità di perdita, e il grado di punteggio raggiunto dipende dal numero di passeggeri trasportabili sulla rete metropolitana. Ovviamente al crescere di complessità dell'infrastruttura sarà sempre più difficile migliorarne l'efficienza fino a che, dopo innumerevoli tentativi, saremo costretti a rinunciare.

mini-metro-stat

Come in una vera città, le nostre risorse non sono illimitate e ci verranno fornite con il passare del tempo: ogni tot minuti (o meglio ogni inizio della settimana virtuale, ma possiamo far scorrere il tempo, e così i vagoni, più o meno velocemente) avremo la possibilità di usufruire di nuove risorse, dovendo però stare attenti a scegliere quelle che fanno più al caso nostro. La scelta potrà avvenire tra una nuova linea, una locomotiva, un vagone, la possibilità di costruire un tunnel o un ponte, o ancora un interscambio che renda il saliscendi dei passeggeri più rapido e la capacità della stazione maggiore. Ci sarebbero altri dettagli di cui parlare, come la modalità notturna, le sfide giornaliere o le statistiche, ma se già siete incuriositi dalla dinamica di questo indie game, la cosa migliore che potete fare è provarne la versione demo sul sito degli sviluppatori (è una versione limitata e priva dell'audio, elemento quasi fondamentale per capire meglio lo status della propria rete). Oppure potete scegliere direttamente di acquistarla: Mini Metro è disponibile sia per computer al prezzo di 9,99€ (Windows, Mac e Linux, sul sito dello sviluppatore), sia nella versione mobile per iOS (4,99€) ed Android (4,99€). Tuttavia acquistando la versione desktop si ottiene anche quella per Android, senza nessun costo aggiuntivo. Io consiglio vivamente di giocarci su un schermo di dimensioni adeguate come quelli di iPhone Plus e iPad, per un esperienza migliore.