Dopo nemmeno cinque mesi dal lancio del suo top di gamma, OnePlus, seguendo una tradizione ormai consolidata dei produttori cinesi (vedasi, fra gli altri, anche Xiaomi con il Mi 5s), ha presentato il OnePlus 3T, una sua versione rivista e corretta. Pur mantenendo lo stesso design unibody e le tre classiche colorazioni (grigio canna di fucile, silver e oro), OnePlus 3T si differenza dal suo predecessore per la presenza del processore Snapdragon 821 a 2,35 GhZ, che garantisce prestazioni migliori dell'820 pur mantenendo gli stessi consumi energetici.

4-1

La variante grigia è disponibile sia nel taglio da 64 che da 128 GB di memoria flash, mentre la Soft Gold da 64 GB sarà disponibile solo dopo qualche tempo dall'inizio della commercializzazione. Tutti i modelli, invece, sono dotati di 6 GB di RAM LPDDR4, display da 5.5 pollici AMOLED Full HD, batteria da 3.400 mAh con supporto alla tecnologia Dash Charge e supporto alla connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.2, NFC, GPS con GLONASS e BeiDou.

4

Sul pannello frontale è presente il tasto home fisico con il velocissimo lettore di impronte digitali conosciuto già sul suo predecessore, oltre ad una fotocamera da 16 megapixel Samsung con f/2.0, messa a fuoco fissa e possibilità di registrare i video a 1080p a 30 fps. Quella posteriore, invece, vanta un sensore Sony IMX 298 da 16 megapixel, stabilizzazione ottica per gli scatti ed elettronica per la registrazione video, f/2.0, supporto per il salvataggio delle foto in RAW, registrazione video in 4K a 30 fps e a 120 fps per quella a 720p. Il comparto fotografico, quindi, rimane invariato rispetto al OnePlus 3, ma le lenti sono protette dal vetro zaffiro, più resistente ai graffi.

image-036

Le bande LTE europee supportate sono 1/3/5/7/8/20, mentre è ancora presente OxygenOS basato su Android 6.0.1, visto che la comunità è ancora al lavoro per la conversione di Nougat. OnePlus 3T sarà disponibile in Europa dal 28 novembre, al prezzo di 439 € per le versioni da 64 GB e di € 479 per quelle da 128 GB.