Il giorno in cui i misteriosi auricolari AirPods arriveranno sul mercato rimane ancora avvolto nel mistero. Infatti, dopo che sono stati rimandati rispetto all'iniziale – ottimistica – previsione di un lancio per fine ottobre scorso, nulla di certo si è più saputo e l'enigma rimane celato dietro la dicitura "In arrivo", apparsa nei primi giorni di novembre sul sito Apple.

Quello che invece appare finalmente più chiaro è la motivazione che ha costretto la società di Cupertino a perdere il treno delle festività per la vendita degli AirPods. Secondo il WSJ il ritardo è attribuito ad un problema progettuale intrinseco negli auricolari. Questi, a differenza della maggior parte delle altre soluzioni, ricevono segnali indipendenti per ciascuno di essi, in modo tale che qualora si perda o guasti uno dei due auricolari si possa continuare ad utilizzare l'altro, riacquistando eventualmente solo quello non più a disposizione. Tuttavia così facendo gli ingegneri di Cupertino si sono scontrati con alcune problematiche inerenti sincronizzazione dell'audio tra i due auricolari che, ovviamente, deve essere quanto più precisa possibile per evitare distorsioni e fastidi di qualsiasi genere.

Nelle scorse settimane sono circolate voci che volevano gli AirPods pronti per un lancio a stretto giro, ma visto il Natale ormai incombente, potrebbero anche rivelarsi corretti i primi rumors, che indicavano il 2017 come anno dell'uscita di questo atteso gadget. Credo che ormai la maggior parte degli acquisti natalizi siano stati programmati, per lo meno quelli più costosi, e a questo punto è inutile avere fretta per cercare di rendere disponibili gli AirPods per questo Natale, meglio piuttosto che il problema venga risolto totalmente. La necessità di un aggiornamento firmware, o addirittura un richiamo del prodotto, per sistemare dei difetti della prima ora non sarebbero davvero una bella pubblicità per l'azienda.