Al CES 2017 non stiamo vedendo particolarità novità nel mondo dei monitor e dei TV, cosa che in fin dei conti non dispiace. Stabilizzata la risoluzione dei pannelli sul 4K, Sony ha abbracciato la tecnologia OLED nei top di gamma (così avremo un minimo di concorrenza sul mercato), mentre Samsung la vuole ignorare anche quest'anno ed ha presentato gli SUHD Quantum Dot, ennesima rivisitazione del LED che insegue il resto del mercato e che l'azienda contrae in QLED ("stranamente" simile a OLED).

samsung_quantum_dot

In termini di piattaforme sembra si sia raggiunto l'equilibrio, con i due principali produttori che portano avanti Tizen (Samsung) e webOS (LG) ma senza stravolgerli come negli anni passati, mantenendo compatibilità software a beneficio di utenti e sviluppatori, e tutti gli altri sostanzialmente appoggiati alla Android TV di Google. Per i monitor i prodotti più interessanti sono i 32" 4K, dopo alcuni anni in cui le migliori tecnologie si trovavano nei più piccoli 27". La maggior parte di questi ha guadagnato la connessione USB-C con Power Delivery, adatta alla crescente ondata di computer portatili e desktop che la supportano, tra cui sicuramente i MacBook e MacBook Pro. In tal senso è sicuramente interessante l'LG 32UD99-W, modello più grande del gettonatissimo 27UD88-W che è out of stock un po' in tutto il mondo data l'ottima accoglienza sul mercato.

lg-32ud99-w

LG 32UD99-W (31,5", 4K, USB-C)

Il monitor più impressionante però è di Dell, che ha presentato l'Ultrasharp UP3218K. Questo sarà disponibile per l'acquisto nel prossimo mese di marzo e sarà, a tutti gli effetti, il primo monitor 8K ad essere effettivamente acquistabile. Con i suoi 31,5" di diagonale e ben 33,2 milioni di pixel, offre una densità di 280ppi, superato in scioltezza i soli 220 dell'iMac Retina 5K. Inoltre questo è un multiplo preciso, per cui molto più comodo per una infinità di applicazioni, offrendo di fatto l'equivalente di 4 monitor 4K affiancati, così come il 4K è stato un multiplo 4x del precedente Full HD. Come tutte le primizie costerà caro, per l'esattezza $4999, ma il suo target è ben identificato oltre che dalla risoluzione anche dalla calibratura colore, dalla copertura al 100% di sRGB, Adobe RGB e Rec 709, al 98% del DCI-P3 ed oltre l'80% del Rec 2020.

dell-up3218k

Dell UP3218K, il primo monitor 8K ad arrivare sul mercato

Il target sono i grafici ma non solo. La risoluzione così elevata può essere importante in molteplici applicazioni, tra cui quelle in campo medico, militare o della ricerca scientifica in generale. Per pilotarlo sono state inserite due connessioni DisplayPort 1.3 a cui si aggiungo un hub di 4 USB 3 e un jack audio da 3,5mm. Il 23 marzo sarà in vendita sul sito Dell statunitense, vedremo se e quando arriverà anche in Europa.