Approfittando della visibilità del CES 2017 che si terrà a Las Vegas sino al prossimo 8 gennaio, Symantec ha presentato il suo primo prodotto hardware, il router casalingo Norton Core. Come suggerisce il nome, il dispositivo è pensato per tutelare a monte i dispositivi ad essi connessi da possibili infezioni o attacchi informatici su larga scala. Infatti, mentre il PC e i terminali Android sono dotati di specifici software antivirus e antimalware (su macOS e iOS la situazione, ringraziando il cielo, è sino ad ora ben diversa), i device della generazione Internet of Things (come le Philips Hue, il Nest e alcune videocamere di sorveglianza) no, tanto che possono essere oggetto di attacchi.

Norton Core promette di scongiurare qualsiasi pericolo esterno, grazie a un mix di crittografia, DNS sicuri, aggiornamenti di sicurezza automatici e tanti altri accorgimenti. Il dispositivo, infatti, analizza il traffico dati e informa l'utente qualora noti qualcosa di sospetto, ponendo i dispositivi oggetto della vulnerabilità in quarantena. Il router può essere configurato e controllato tramite un'app, la quale genererà anche una valutazione numerica sulla sicurezza della rete.

Norton Core permette di gestire fino a 20 dispositivi tradizionali (anche con i parental control, per inibire l'accesso ad internet da parte dei più piccoli al di fuori di orari ben determinati), ma infiniti prodotti IoT. Le specifiche tecniche sono all'avanguardia: supporta il Wave 2 Wi-Fi ed è dotato di un processore a 1.7 Ghz dual-core. La copertura dichiarata è fra i 914 e i 1524 metri quadri, grazie anche alla doppia onda 2.4/5 Ghz con una velocità di trasferimento di 2.5 Gbps. Inoltre, è possibile determinare la velocità massima di connessione per ogni singolo dispositivo.

Il Norton Core è preordinabile in USA al prezzo di $200 (contro il $280 del day one) e sarà disponibile nelle colorazioni Titanium Gold e Granite Gray da questa estate.