La prima feature software mostrata durante il keynote di presentazione dell'iPhone originale fu il famosissimo "Slide to unlock". La scelta di Jobs fu abbastanza chiara: da un lato, sarebbe stata la prima schermata in assoluto che l'utente avrebbe gestito, dall'altro, invece, mostrava tutte le potenzialità della tecnologia multitouch con un semplice gesto.

Il movimento del dito, così semplice, immediato ed efficace, piacque anche ai programmatori di Samsung che lo inserirono nella schermata di blocco dei primi Galaxy S. Ovviamente, Apple aveva già brevettato la gesture e nel 2011 citò l'azienda coreana per la violazione della sua proprietà intellettuale.

Lo scorso ottobre, la Corte di Appello per il Circuito Federale ha statuito che Samsung avrebbe dovuto risarcire Cupertino per $119.6 milioni di dollari, ma a quanto pare la causa potrebbe presto approdare alla Corte Suprema. Infatti, secondo quanto riporta FOSS Patents (via MacRumors), Samsung avrebbe intenzione di ricorrere alla Corte di legittimità e avrebbe tempo per farlo fino al prossimo 29 marzo, ma non sono stati ancora indicati i motivi alla base del ricorso.

La battaglia, quindi, potrebbe potrarsi per qualche altro mese, nonostante Apple abbia deciso di rimuovere la feature da iOS 10, preferendole la pressione sul Touch ID per lo sblocco di iPhone. Infatti, ora lo scorrere del dito da sinistra verso destra permette di visualizzare i widget installati.