Il Wall Street Journal (via 9to5Mac) lancia la bomba: iPhone 8 potrebbe abbandonare definitivamente il connettore Lightning, preferendogli quello USB-C. Dunque, per la prima volta in assoluto per un dispositivo iOS, Cupertino potrebbe adottare una connessione standard in luogo di una proprietaria (a meno che gli iPad di prossima presentazione non anticipino le mosse della società, nda).

Se, da un lato, la scelta potrebbe sembrare poco coerente (tutta la line-up di Apple è dotata di connettore Lightning, tranne i computer), dall'altro, invece, confermerebbe quello che si è sempre sospettato, cioè che USB-C sia stato creato in qualche laboratorio segreto di Cupertino.

Inoltre, lo stesso WSJ, conferma che iPhone 8 avrà un display da 5.8" OLED curvo e abbandonerà definitivamente il tasto Home per introdurre un'area funzione che potrebbe essere non dissimile dalla Touch Bar dei nuovi MacBook Pro 2016. Di conseguenza, anche il form factor dovrebbe subire forti cambiamenti, visto che anche le dimensioni del futuro modello coincideranno con quelle dell'odierno dispositivo con display da 4.7", nonostante lo schermo più grande.

Il giornale si riferisce al nuovo cellulare come "iPhone del decimo anniversario" e conferma il rumor già diffuso da KGI circa il prezzo che potrebbe superare i $1.000. D'altro canto, le intenzioni della società sarebbero comunque quelle di presentare anche le versioni 7s e 7s Plus, allo stesso range di prezzo degli attuali modelli di punta.

Infine, il quotidiano finanziario (che agisce ormai da diverso tempo come "ufficio stampa ombra" di Apple) non menziona in alcun modo la presenza di una fotocamera frontale 3D in grado di scattare selfie tridimensionali e di sfruttare al meglio la tecnologia di riconoscimento facciale, già al centro di una previsione di KGI Security.

Se le cose stiano davvero così, lo scopriremo solo a settembre (salvo sorprese) e, sino ad allora, il mio consiglio è solo uno: se volete effettuare il salto generazionale, iniziate a risparmiare già da oggi.