Durante il proprio keynote di oggi al MWC 2017, Samsung ha presentato il Galaxy Tab S3 e il convertibile Galaxy Book, oltre alla versione aggiornata del Gear VR. Mentre il tablet promette prestazioni elevate per la riproduzione di video e per i giochi, assieme ad un'ampia versatilità per il lavoro, l'ibrido porta ai professionisti una maggior potenza di calcolo.

Il Galaxy Tab S3 è disponibile con un display da 9.7" SuperAMOLED che garantisce una incredibile riproduzione video anche in formato 4K HDR a 60 fps. Inoltre, è il primo prodotto dell'azienda coreana a sfruttare la tecnologia (già vincitrice di un Grammy Award) AKG di Harman, azienda acquistata qualche mese fa. I quattro speaker producono suoni senza distorsioni, consentendo di immergersi nell'esperienza acustica. Inoltre, gli altoparlanti sono in grado di aggiustare la riproduzione del suono in base all'uso del tablet in modalità landscape o portrait, proprio come quelli di iPad Pro. Come corollario, Samsung fa sapere che la tecnologia AKG verrà presto implementata anche sui futuri smartphone (qualcuno ha detto Galaxy S8?).

Ottimizzato per il gaming, il Galaxy Tab S3 include le API Vulkan, pronte per essere sfruttate dagli sviluppatori per migliorare l'esperienza grafica ed il Game Launcher che consente agli utenti di personalizzare l'uso del dispositivo per i videogiochi. Inoltre, è possibile attivare la modalità "Non Disturbare" per sessioni di gioco senza interruzioni da parte di notifiche o chiamate tramite le app dedicate. L'S Pen, invece, promette di migliorare la produttività e la creatività, ma consentirà di portare a termine anche più operazioni per volta. A questo giro, l'ormai iconico pennino è dotato di una punta da 0.7mm e di una migliorata sensibilità alla pressione.

All'interno della scocca del tablet batte un cuore Qualcomm Snapdragon 820 quad core 2.15 Ghz + 1.6 Ghz (quindi in configurazione big/little), accompagnato da 4 Gb di RAM e 32 GB di memoria interna, espandibili con schede microSD fino a 256 GB. La fotocamera posteriore è da 13 mpx con autofocus e flash ed in grado di registrare video in 4K a 30 fps, mentre la frontale è da 5 mpx. Completano la dotazione i soliti sensori quali il lettore di impronte digitali, il giroscopio, l'accelerometro, quello RGB e i chip per il GPS e il Wi-Fi fino all'ac, al Bluetooth 4.2 e alla connessione LTE cat. 6, oltre ad una batteria da 6.000 mAh con Quick Charge e Android 7.0 Nougat.

Il Galaxy Book, invece, è pensato per essere uno dei concorrenti del Surface di Microsoft: disponibile nei modelli da 10.6" e da 12.9", mira ad attirare l'interesse di chi ha bisogno di un dispositivo potente, ma non desktop. Il modello da 10.6" è equipaggiato con un processore Intel Core m3 dual core da 2.6, Ghz, mentre quello da 12.9" con un Core i5 Kaby Lake dual core da 3.1 Ghz. Entrambi i Galaxy Book partono da una dotazione base di RAM di 4 GB, che sul più grande possono essere anche raddoppiati. La memoria interna, invece, è da 64 o 128 GB sul 10.6", mentre sul 12.9" è da 128 o 256 GB.

Su entrambi i modelli sono presenti le porte USB-C 3.1 (una sul 10.6" e due sul 12.9"), mentre la dotazione di chip e sensori vari è la stessa del Tab S3 (tranne che per la presenza del Bluetooth 4.1). Su entrambi i Galaxy Book è presente una fotocamera anteriore per le videochiamate, mentre sul più grande vi è anche una posteriore. Tutte possono registrare video alla risoluzione massima del Full HD. Entrambi i modelli sono dotati di Windows 10 che garantisce una vera e propria esperienza di lavoro tradizionale e supportano anche l'S Pen.

L'azienda coreana ha presentato anche la nuova versione del Gear VR, che, pur mantenendo le stesse lenti del predecessore, è caratterizzata da un design leggermente migliorato rispetto al predecessore, oltre ad ad un pad wireless per la realtà virtuale (che, per il suo form factor, mi ricorda tanto quelli visti in vari episodi di Black Mirror, nda). Il nuovo visore supporta sia le connessioni microUSB che USB Type-C e, quindi, è compatibile con il Galaxy S7, S7 Edge, Note 5, S&, S6 Edge e S6 Edge+.

Il controller wireless è pensato per essere utilizzato con una sola mano, ha un touchpad cliccabile, pulsanti di navigazione, i tasti per il volume ed un grilletto simile a quelli presenti sui joypad delle console. Grazie al nuovo controller è possibile navigare più facilmente nella UI mostrata dal visore, oltre ad interagire con le varie app grazie alla possibilità di puntare, trascinare, sparare ed altro.

Il piccolo pad è dotato di un laccetto per evitare cadute accidentali ed una batteria da 1000 mAh, che ne assicura il funzionamento per 40 giorni con un uso medio giornaliero di due ore. Il nuovo Gear VR sarà disponibile nel Q2 del 2017 ad un prezzo di € 129.99, mentre il pad sarà venduto nello stesso periodo ad € 99.99. Visto che si tratta di un banale accessorio Bluetooth e che si abbina con lo smartphone inserito nel Gear VR, è possibile che possa essere utilizzato anche con la vecchia versione del visore.

Al termine del keynote, Samsung ha ufficializzato che la presentazione del Galaxy S8 si terrà il prossimo 29 Marzo a New York.