Apple ha annunciato nella serata di ieri i risultati fiscali del Q1 2017, relativo al trimestre ottobre - dicembre 2016. I dati sono in rialzo rispetto al trimestre precedente: le entrate si assestano a ben $78.4 miliardi, con profitti per $17.89 miliardi. Il traino eccezionale è stato proprio iPhone 7 che segna un nuovo record di unità vendute in un solo trimestre: 78.3 milioni. Il dato è senza precedenti, soprattutto se si calcola che da molti è stato percepito (e, con l'occasione, criticato) come un iPhone "6ss".

iPad e Mac, invece, hanno venduto rispettivamente 13 milioni di unità e 5.3 milioni, un buon successo se si calcola che iPad Pro da 12.9" ha più di un anno, mentre quello da 9.7" sta per spegnere la sua prima candelina, mentre il MacBook Pro ha fatto registrare un piccolo aumento di dispositivi venduti, che passano da 4.89 milioni del trimestre precedente, tornando alla stessa quantità di un anno fa. Come sempre, Apple Watch (Series 1 e 2), AirPods, Apple TV e tutti i dispositivi rimanenti sono contati globalmente nella categoria altri prodotti.

Dopo ben tre trimestri in calo, Apple si riprende alla grande (segnando un + $32 miliardi nelle entrate rispetto al Q4 2016), superando ogni aspettativa e battendo addirittura il record dello scorso anno. Infine, secondo quanto dichiarato da Luca Maestri, la distribuito agli investitori circa 15 miliardi di dollari fra il riacquisto delle azioni e la distribuzione dei dividendi, potendo contare su ben $27 miliardi di cash flow operativo. Il programma di disinvestimento si attesta così sui $200 milioni.