Fu Snapchat a lanciare la moda dei video brevi, da postare istantaneamente senza troppe remore in attesa che poi, da soli, si smaterializzassero per sempre. Poi è arrivato Instagram con le sue Storie, funzione ormai diffusa a macchia d'olio su tutti gli altri servizi che afferiscono a Facebook, e la moda è veramente esplosa. A quanto pare Apple non vuole essere da meno e, in un certo senso, a tentare di creare qualcosa di simpatico e potenzialmente virale ci aveva già provato, con la funzionalità Live Photos. Il problema di quella feature è sempre stata la difficoltà che si incontra nel condividere i propri scatti live con un gran numero di persone.

Oggi Apple ha presentato Clips, una nuova app di iOS per creare video da postare al volo, proprio come vuole la moda del momento. Per ora l'applicazione non è ancora disponibile ma nei requisiti viene richiesto iOS 10.3, dunque potremmo vederla con il rilascio del prossimo update minore di iOS, per ora in versione beta.

Da quello che possiamo dedurre dalla pagina web dedicata, Clips permetterà di registrare video (non è chiaro il limite di lunghezza) o prenderli dalla nostra libreria. In seguito con la funzione Titoli live potremo animare delle scritte in sovrimpressione, facendole apparire grazie alla dettatura vocale, con tanto di sincronizzazione con essa. La terza fase è quella di condire il tutto con un bel filtro, come da miglior tradizione, aggiungere emoji, icone e fumetti. In questo caso non manca nemmeno la possibilità di aggiungere una colonna sonora che si adatterà automaticamente alla lunghezza del video.

Insomma, quando tutto è pronto per essere condiviso – passaggio per cui tutto il lavoro precedente è stato svolto – Apple non sembra sbagliare, implementando la possibilità di postare velocemente il tutto su Twitter, Instagram, Facebook e YouTube. Clips è anche in grado di riconoscere le facce delle persone presenti nella clip creata, suggerendoci in automatico i contatti a cui inviare la nostra produzione, via Messaggi. Oltre ad iOS 10.3, Clips richiede un iPhone 5s o successivi, iPad Air o successivi (compreso ovviamente il nuovo iPad, definito di quinta generazione), iPad Mini 2 o iPod Touch di sesta generazione.