iOS 10.3 è ormai stato rilasciato da qualche giorno, ma le novità di cui parlare non si sono esaurite. In questo caso la discussione verte su una possibilità in più offerta agli sviluppatori, quella di consentire all'utente di cambiare l'icona di alcune app. Come segnala AppleInsider, una delle prime app a sfruttare questa opzione è MLB.com at Bat, che ho scaricato per provare la funzionalità. Già con la prima configurazione ci viene richiesto di scegliere il nostro team preferito, e di conseguenza l'icona standard con il logo della Major League Baseball si tramuta in una con il simbolo della squadra. In seguito possiamo sempre decidere di tornare all'icona standard oppure di scegliere quella dedicata ad uno degli altri team. Stessa cosa è possibile farla con l'app NHL, della National Hockey League.

Apple, nelle sue linee guida, proibisce agli sviluppatori di creare app che modifichino la loro icona in modo automatico. La scelta deve essere sempre fatta dall'utente e deve anche essere confermata attraverso un messaggio pop-up modale. Per il momento, dunque, non possiamo aspettarci icone delle app meteorologiche che cambiano dinamicamente, passando da un sole splendente ad una nuvola temporalesca a seconda delle condizioni atmosferiche. Queste possibilità sono ancora riservate alle app progettate da Apple, come Calendario oppure Orologio. Tuttavia l'apertura su iOS 10.3 pare essere un primo passo verso una maggiore libertà, che potrebbe essere offerta su iOS 11. Un'icona dinamica avrebbe la possibilità di trasformarsi in una sorta di "mini widget" in grado di dare le informazioni base senza necessità di aprire l'applicazione vera e propria. Ho già fatto l'esempio delle app dedicate al meteo ma potrei continuare pressoché all'infinito. La stessa app Attività di Apple potrebbe mostrare il completamento dei tre cerchietti in maniera dinamica (cosa che avviene su Apple Watch, ma non su iPhone a meno che non si apra l'applicazione), l'app Messaggi potrebbe animarsi nel momento in cui qualcuno ci sta scrivendo, un'app di navigazione potrebbe mostrare delle frecce direzionali con l'app aperta solo in background, e ancora, l'app della nostra squadra del cuore potrebbe mostrare il punteggio della partita in corso...

Insomma le possibilità sono davvero infinite e questa potrebbe diventare la vera alternativa ai widget presenti su Android, molto più efficiente della soluzione introdotta con iOS 8 che li vede tutti in una schermata dedicata. Si tratterebbe in ogni caso di due diverse funzionalità complementari, portando l'interazione con le app su tre differenti livelli. Quella appena immaginata sarebbe l'interazione base, con pochissime informazioni ma sempre disponibili a colpo d'occhio, un secondo livello di profondità sarebbe offerto dagli attuali widget, in cui si trovano alcune informazioni in più, per le app scelte, attraverso uno slide verso la schermata dedicata. Il terzo livello di interazione poi, è quello che si ottiene aprendo effettivamente l'app. Senza dimenticare anche l'apertura rapida tramite 3D Touch.

Non è assolutamente detto che quanto descritto qui sia ciò che vedremo su iOS 11, per il momento però osserviamo una piccola apertura su questo fronte da parte di Apple, per saperne di più dobbiamo invece aspettare il prossimo WWDC di giugno.