Dopo il raggiungimento del traguardo dei 20 milioni di sottoscrittori, Apple Music è in procinto di aggiungere nuovi contenuti e piccole funzioni in vista di un probabile major update che dovrebbe vedere la luce con iOS 11 e di cui, pertanto, ne sapremo di più alla prossima WWDC di Giugno. Partendo da questi dati, 9to5Mac ha elaborato alcune considerazioni sul futuro della piattaforma.

Innanzitutto, la società potrebbe puntare nel prossimo futuro alla creazione di contenuti originali: già dal prossimo mese saranno lanciati in esclusiva per la piattaforma Carpool Karaoke (di cui abbiamo avuto un assaggio all'inizio dello scorso keynote) e The Planet of the Apps. Se il primo è un format già abbastanza conosciuto al grande pubblico (TV8 ne trasmette la versione italiana condotta da Lodovica Comello), il secondo ricorda molto quello di Shark Tank, una via di mezzo fra un talent show e un reality già trasmesso da Italia 1 nel quale alcuni aspiranti imprenditori sottopongono il proprio progetto a famosi investitori per ottenerne i finanziamenti. Il meccanismo di Planet of the Apps sarà molto simile, ma sarà incentrato solo sullo sviluppo di applicazioni per i sistemi operativi di Cupertino, mentre i giudici-investitori saranno Jessica Alba, Gwyneth Paltrow, Will.i.am e Gary Vaynerchuck.

Anche Dr. Dre (ex fondatore di Beats e ora in forze ad Apple) sta pensando ad un nuovo format per una serie dedicata al mondo della musica da trasmettere in streaming su Apple Music. Inoltre, si vocifera sempre più spesso che la piattaforma potrebbe guadagnare anche film e serie tv originali ed esclusive.

L'arrivo, quindi, di contenuti video porterà inevitabilmente all'aggiunta della sezione "TV & Movies" all'app di Apple Music, cosa che è già emersa con il rilascio del secondo trailer di Carpool Karaoke. Per quanto Apple non abbia mai dichiarato ufficialmente il numero di ascoltatori della sua radio Beats 1, l'aumento vertiginoso di contenuti realizzati da artisti di spessore (che spesso realizzano veri e propri programmi radiofonici one-shot) potrebbe portare all'apertura di altri canali.

Lo stesso Zane Lowe, direttore creativo di Apple Music, ha dichiarato che il suo team sta lavorando proprio a questo progetto e, pertanto, presto dovrebbe vedere la luce anche Beats 2. Peraltro, nota 9to5Mac, la catalogazione dei contenuti di Beats 1 meriterebbe una rivisitazione completa, visto che i concerti trasmessi (come, ad esempio, quelli dei Chainsmokers), le interviste e gli speciali realizzati sono difficili, se non impossibili, da recuperare tramite app per iOS e iTunes su macOS e, oggettivamente, è davvero un peccato.

Infine, non si può non menzionare l'aumento dei contenuti audio esclusivi per Apple Music, anche se, spesso, in esclusiva temporale, come il nuovo album di Chance The Rapper (artista che negli USA va per la maggiore) o l'ultimo progetto di Drake. Apple, quindi, cerca di dare il massimo con i propri contenuti e, peraltro, sembra che presto anche gli utenti potranno condividere le proprie playlist con tutti gli altri, esattamente come accade su Spotify. La guerra fra i servizi di streaming si fa sempre più agguerrita e Cupertino, attualmente, può contare su una riserva di liquidità tale da aumentare la qualità e la quantità dei contenuti di modo da guadagnare il terreno perduto nel corso degli anni e da sorpassare la concorrenza.