Nell'attesa dell'arrivo definitivo di Apple Pay in Italia – e dovrebbe mancare davvero poco – oggi approda sul mercato nazionale Amazon Pay. Il servizio della compagnia di Jeff Bezos, già da tempo presente in USA, UK e Germania, non si pone come alternativa ai nuovi e più chiacchierati Pay (di Apple, Android e Samsung), ma piuttosto ricalcherà le orme del colosso PayPal.

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, Giulio Montemagno, general manager di Amazon Pay per l'Europa, ha spiegato che grazie a questo servizio sarà possibile effettuare acquisti sui vari siti di e-commerce partner utilizzando i metodi di pagamento già registrati sull'account Amazon. Sia da computer che da smartphone, basterà inserire nome utente e password per effettuare un pagamento, proprio come avviene con PayPal. Lato venditori le tariffe sono grossomodo allineate con quelle della concorrenza, con fee del 3,4% + 0,35€ per transazione, con la possibilità di ottenere sconti con tariffe fino all'1,8% per elevati volumi. I partner iniziali non sono molti, tra i nomi più noti troviamo BigCommerce, Shopify, Vueling ed Europ Assistance, ma presto ne arriveranno altri. Se volete attivare la possibilità di pagare con Amazon Pay vi basta andare su questa pagina e inserire le vostre credenziali Amazon. Con l'occasione vi ricordo che, qualche giorno fa, Amazon ha reso disponibile la possibilità di abilitare la verifica in due passaggi, strumento che rende il vostro account più sicuro contro i furti di credenziali.