Alcune volte ci vengono chiesti pareri – o vere e proprie recensioni – su prodotti che non sono esattamente nelle corde di SaggiaMente. L’oggetto di oggi fa parte di questa categoria ma siccome siamo curiosi per natura, abbiamo voluto testarlo comunque.

Il Cacagoo OBDII non ha un nome gradevole per noi italiani, ma è un bell’oggetto di colore bianco e dalle dimensioni contenute, costruito sviluppando in altezza la tipica forma trapezoidale del connettore OBD 2. È solido, non scricchiola e si innesta correttamente nell’apposito connettore delle auto. A proposito di questo, se non sapete dove è localizzata la presa OBD 2 sulla vostra, potete aiutarvi con una APP.

Prima di collegare l’accessorio all’auto occorre scaricare l’applicazione per smartphone. L’App consigliata è Mini OBDII (iOS, Android) ma volendo ce ne sono moltissime altre compatibili, come ad esempio Carista OBD2 (iOS, Android) o DashCommand (iOS, Android) o ancora quella che viene menzionata di più, ma che non ho potuto provare: Torque Pro (solo Android). Scegliamo la nostra App e avviamola (per la prova ho deciso di utilizzare Mini OBDII), poi colleghiamo il Cacagoo OBDII alla presa della macchina ed effettuiamo il collegamento bluetooth. La connessione è sempre stata stabile, nel mio caso, e non si è mai disconnessa (come leggo in vari commenti). Segnalo però un elevato consumo della batteria dell'iPhone, che vi consiglio di tenere in carica se non volete vederlo spegnersi dopo qualche ora di viaggio.

L’app non ha una bella interfaccia grafica ma lo sfondo scuro evita di disturbare troppo la guida. Nella schermata principale abbiamo il tachimetro e il contagiri, entrambi in analogico e digitale, l’odometro, il tempo impiegato per il viaggio, il consumo istantaneo e il calcolo della spesa del viaggio. Inoltre sono presenti in alto lo stato di salute dell’auto, il voltaggio della batteria e la temperatura del motore. Il dispositivo funziona bene per quanto riguarda i dati “live” di velocità, giri motore e temperatura, mentre per quel che riguarda il consumo ho riscontrato dei dati anomali e molto maggiori rispetto al computer di bordo. Secondo il Cacagoo io dovrei esaurire il serbatoio dell’auto in 250/300Km ma, sebbene non sia un mostro di risparmio, la mia C3 Picasso mi consente ben altre percorrenze con il “pieno”. Ovviamente ho provato anche a cambiare auto, ma sebbene con la Volkswagen Passat la situazione sembra migliore, la differenza nel valutazione del consumo ancora si nota. Molto meno bene invece la segnalazione degli errori presenti in centralina. Per caso durante la prova mi è capitato di dover cambiare i dischi (erano davvero consumati) e questo non mi è stato segnalato, così come non mi è stato segnalato nessun problema sulla Fiat Punto mentre già chiaramente nel quadro strumenti vedevo un problema sulle candelette. A quanto sembra con le mie auto la diagnostica non funziona. Per scrupolo ho provato anche con altri software ma il risultato ottenuto è stato il medesimo.

Al termine del viaggio ci verrà proposto un riepilogo di come abbiamo guidato, rappresentato con un punteggio in percentuale ed un riassunto dei dati velocistici, di tempo e di consumo del carburante. Qui i valori sul consumo sono più verosimili e anche la stima della spesa totale del viaggio. Sono presenti altre analisi comportamentali del nostro stile di guida come il numero di accelerazioni e frenate brusche, il tempo di fermata durante il viaggio (senza spegnere la vettura) e altre informazioni sui tempi a velocità (purtroppo calcolate in Miglia orarie).

Conclusioni

Il Cacagoo OBDII è sicuramente uno strumento interessante, specie considerando il costo irrisorio rispetto ad latri strumenti simili. Tuttavia l’app è poco sviluppata e alcuni problemi di compatibilità potrebbero rendere l’esperienza d’uso meno esaltante di quello che ci si possa aspettare.

PRO
+ Compatto e leggero
+ Connessione Bluetooth stabile e veloce
+ Prezzo concorrenziale

CONTRO
- App che necessita di aggiornamenti
- Dati non sempre congrui con le misurazioni effettuate

DA CONSIDERARE
| La compatibilità generale è con tutte le interfacce OBD2 presenti sugli autoveicoli, ma la compatibilità specifica varia da automobile ad automobile