Le probabilità che l'ormai imminente WWDC 2017 non si limiti ad essere un evento solo software si innalzano ogni giorno. A riscaldare gli animi ci aveva già pensato Mark Gurman parlando di aggiornamenti per la gamma MacBook; non possiamo inoltre scordarci dei rumors riguardanti un dispositivo smart integrato con Siri sulla falsariga di Amazon Echo e Google Home. E se anche gli iPad volessero dire la loro? Pur sembrando un po' strano che Apple voglia concentrare così tanti annunci in un singolo keynote che dovrebbe teoricamente dare precedenza ai sistemi operativi, la possibilità che dei nuovi modelli di iPad Pro vengano presentati a giugno non sembra affatto bassa. Le attenzioni sono concentrate in particolare sulla chiacchierata variante da 10,5", che agirà come taglia intermedia ora che i 9,7" si stanno spostando verso la fascia entry-level, cui l'iPad mini potrebbe presto dire addio.

Oggi si è assistito a uno stillicidio di leak riguardanti case per questo nuovo modello. I primi sono arrivati su Twitter, produttore non precisato, con finiture in legno (o quantomeno simil-legno):

Un altro leakster, sempre su Twitter, ha invece mostrato un case trasparente di provenienza cinese:

A fare meglio di tutti è stata però la redazione di 9to5Mac, che è riuscita a procurarsi un case rinforzato prodotto da Pelican, visibile nella foto più sopra, permettendo di pronosticare almeno alcuni dettagli esteriori del futuro iPad Pro da 10,5". A partire dalle dimensioni, che come prevedibile saranno piuttosto superiori per altezza (257 mm) e larghezza (179 mm) al modello da 9,7" che sostituirà. Pressoché invariato dovrebbe rimanere invece lo spessore, attestandosi sui 6,4 mm, valore già di per sé comunque contenuto. Si tratta comunque di stime, per quanto molto realistiche, pertanto potrebbero esserci degli sfasamenti di alcuni mm nelle misure reali.

Confermata, ma c'erano pochi dubbi a riguardo, la compatibilità con la Apple Pencil, dato che il case prevede un vano apposito. Ci si aspetta che pure il sistema audio stereo a 4 altoparlanti trovi continuità col diretto predecessore. Il jack cuffie da 3,5 mm, per chi se lo stesse chiedendo, sembrerebbe destinato a rimanere. Al di là dello schermo più grande e delle dimensioni, l'ultimo maggiore cambiamento esterno di nota è la collocazione del microfono principale, non più accanto la fotocamera ma a metà nella parte alta della scocca posteriore, in linea a quanto già fatto da Apple sull'iPad rilasciato a marzo.

Non ci si sbilancia sul resto dei componenti, ma salvo sorprese potremmo ipotizzare la presenza del SoC A10 (se non una sua versione potenziata, A10X, in linea a quanto già fatto con l'A9X negli attuali Pro), 4 GB di RAM, fino a 256 GB di memoria flash, Touch ID e varianti con o senza modulo 4G. La domanda è perlopiù un'altra: saranno presentati alla WWDC 2017? Come già espresso a inizio articolo, appare esserci troppa carne al fuoco sul piano hardware, ma se nelle intenzioni di Apple dovesse esserci un iOS 11 con adeguate ed abbondanti ottimizzazioni per gli iPad ecco che la cosa potrebbe acquisire parecchio senso, nonostante convivrebbero con la 10.3.2/3 ancora per qualche mese. Fra due settimane esatte ne sapremo finalmente di più.