È da diversi mesi che seguiamo la vicenda della fusione di due dei quattro principali operatori di telefonia mobile italiani. Wind e 3 sono ormai da qualche mese diventate un'unica società, Wind Tre, ma per i consumatori le novità concrete iniziano a vedersi solo ora.

Infatti, come annunciato sul sito dell'operatore 3, a partire da oggi 8 maggio, la copertura offerta dall'infrastruttura di rete Wind verrà resa disponibile per tutti i clienti 3, prima in tecnologia 2G/3G poi, da fine luglio, anche in 4G. Tuttavia la rete Tim, a cui l'operatore 3 si è finora appoggiato per garantire la copertura anche nelle zone non raggiunte dal segnale dei ripetitori proprietari, continuerà a garantire la continuità del servizio. Non solo, questa non sarà utilizzabile solo per chiamate e SMS ma offrirà anche copertura GPRS illimitata, almeno fino a che la costituzione della rete unificata Wind Tre non sarà compiuta. La pagina web con l'informativa in merito raccomanda a tutti i clienti 3 di abilitare sui propri smartphone il roaming dati, in modo tale da beneficiare della nuova copertura offerta, che ricapitolando sarà:

  • 3G/4G sotto rete 3
  • progressivamente in 2G/3G (e da fine luglio anche 4G) sotto rete Wind
  • 2G (GPRS) sotto rete Tim, fino a dismissione

Ma questa non è l'unica novità degna di nota. Proprio come Wind ha deciso di anticipare l'applicazione delle norme europee sul roaming internazionale, in vigore da metà giugno, anche 3, a partire da oggi, ha attivato a tutti i suoi clienti Easy EuropeAttraverso questa opzione verrà garantita la possibilità di utilizzare la propria offerta (voce, sms, dati) anche al di là dei confini italiani, all'interno del territorio europeo, senza pagare alcun costo extra.

Terza ed ultima novità riguarda le soglie delle offerte 3 che l'operatore calcola settimanalmente anziché, come è più diffuso, mensilmente (o meglio, ogni 4 settimane). Per il momento nelle note delle principali offerte vengono ancora dichiarate soglie settimanali, tuttavia 3 ha dichiarato di voler applicare maggiore chiarezza alle sue offerte introducendo le più classiche soglie ogni 4 settimane.

Insomma, questa fusione societaria sembra aver portato alcuni interessanti vantaggi per i consumatori, rendendo 3 un operatore molto più appetibile, specialmente per tutti coloro che erano preoccupati di rimanere senza connessione dati nelle aree più rurali, dove i ripetitori 3 faticano talvolta ad offrire una buona copertura. Vedremo se altri vantaggi arriveranno, in termini economici, quando sbarcherà in Italia il nuovo quarto operatore, rinomato per le sue offerte molto vantaggiose, Free Mobile, della società francese Iliad.