L'evento odierno di Microsoft era pensato prevalentemente per il settore educativo, ma nella realtà dei fatti si è dimostrato alquanto interessante anche per l'utenza casalinga e quella lavorativa. A New York, il colosso guidato da Satya Nadella ha presentato una nuova offensiva software e hardware destinata a rilanciare la sfida tanto coi MacBook di Apple quanto coi Chromebook di Google. La prima novità è rappresentata da Windows 10 S, edizione del sistema operativo che andrà ad aggiungersi a quelle già esistenti.

Nelle parole di Terry Myerson, a capo della divisione Windows, il suffisso "S" si presta a varie definizioni peculiari, su cui a Redmond hanno sviluppato tale variante. Semplice, sicuro, superiore: nelle intenzioni di Microsoft, Windows 10 S apporterà benefici a tutte le parti coinvolte. OEM, utenti, amministratori di sistema ed enti potranno beneficiare di una soluzione già quasi chiavi in mano a costi molto contenuti. All'apparenza è il sistema come già lo si conosce, col menu Start, le finestre e le principali app incluse, contribuendo così a mettere l'utilizzatore subito a proprio agio. La differenza sostanziale rispetto alle edizioni solite di Windows 10 è il blocco dell'installazione di applicazioni al di fuori del Windows Store, garantendo una maggiore sicurezza complessiva con un'azione analoga all'opzione più restrittiva del meccanismo Gatekeeper su macOS. Al contrario di quanto invece previsto sul sistema Apple, però, il limite non potrà essere aggirato e occorrerà il passaggio a Windows 10 Pro con un sovrapprezzo tutto sommato abbastanza contenuto, $50.

Ovviamente Microsoft è conscia di non poter fare affidamento solo sulle app sviluppate su base UWP, la cui esperienza desktop non è in generale cattiva ma lontana comunque dagli standard qualitativi che ci si aspetta in certe situazioni. Vi sarà perciò una maggiore presenza di classici programmi Win32 rispetto ad oggi, a partire dalla suite Office: da giugno inizierà il rilascio con le versioni complete di Word, Excel e PowerPoint, con la possibilità di acquistare gli abbonamenti Office 365 direttamente dallo Store. Altre applicazioni arriveranno nel corso dei prossimi tempi, inclusa la forma desktop di Spotify, aggregandosi a un set comprendente già svariati nomi importanti come Autodesk SketchBook e Adobe Photoshop Elements. Un altro fattore su cui Microsoft punta è la semplicità con cui gli admin IT scolastici potranno configurare tutti i PC in uso al personale attraverso il portale Intune for Education.

Un focus educativo, quindi, ma alla fine Windows 10 S è in grado di fornire una buona opportunità anche per alcune aziende o loro dipartimenti interni, garantendo computer sicuri e facili da sottoporre a manutenzione periodica. Microsoft crede molto in questo progetto, soprattutto nell'ottica di competere coi Chromebook che negli USA hanno preso piede in parecchie scuole, e non a caso i PC delle varie aziende coinvolte partiranno da $189. Acer, Asus, Dell, Fujitsu, HP, Samsung e Toshiba rilasceranno le loro proposte nel corso dell'estate, in tempo per conquistare studenti e docenti per il rientro sui banchi. In aggiunta ai prezzi d'ingresso bassi, Microsoft offrirà agli utenti 1 anno incluso di abbonamento ad Office 365 Education e alla speciale versione scolastica del gioco Minecraft. Per gli enti educativi la posta viene ulteriormente rilanciata comprendendo licenze gratuite di Windows 10 S per tutti i computer della struttura su cui è attualmente in uso un'edizione Pro e una versione di prova di Intune for Education.

Il fiore all'occhiello di Windows 10 S sarà però un prodotto che strizza ben più l'occhio all'utenza dei MacBook Air e dei Pro 13". Microsoft ha presentato oggi anche il Surface Laptop, un nuovo membro della crescente famiglia Surface che, come suggerisce il nome stesso, stavolta non è un tablet convertibile ma un portatile vero e proprio. Tanto sottile quanto leggero con valori rispettivamente di 14,48 mm e 1,252 kg, la realizzazione presenta un notevole livello qualitativo, comprendente non solo una scocca in alluminio anodizzato ma anche un rivestimento in pelle alcantara attorno alla tastiera retroilluminata e il trackpad multitouch. Quest'ultima caratteristica viene ripresa come prevedibile anche dallo schermo PixelSense da 13,5", con risoluzione 2256x1504 e protezione Gorilla Glass 3. Acquistandoli a parte, è possibile anche adoperarlo sia con la Surface Pen sia col particolare accessorio Surface Dial.

All'interno troviamo processori Intel della serie Kaby Lake, Core i5 o i7 a seconda della configurazione. Grafica rigorosamente integrata, anche qui con modello variabile in base al processore presente nell'unità. La RAM arriva fino a 16 GB, mentre l'unità SSD a 512 GB. Il comparto audio/video prevede una webcam con risoluzione 720p e dotata di riconoscimento facciale per l'accesso biometrico al sistema, un sistema di altoparlanti con certificazione Dolby posizionati sotto la tastiera e microfoni stereo. La connettività viene affidata a Wi-Fi 802.11ac e Bluetooth 4.0; ridotte all'osso le opportunità di espansione esterne, con una sola porta USB 3.0 insieme a jack cuffie, Mini DisplayPort e connettore proprietario per l'alimentazione. Si rifà decisamente col dato relativo alla batteria, dove Microsoft dichiara ben 14,5 ore di autonomia.

Il sistema operativo preinstallato, come già detto, è Windows 10 S e con l'offerta di lancio ad esso si abbinano un anno di abbonamento ad Office 365 Personal, comprensivo di 1 TB di spazio cloud su OneDrive. 4 le colorazioni in cui sarà rilasciato: platino, oro grafite, blu cobalto e rosso burgundy. Solo la prima, visibile sopra, sarà rilasciata anche in Italia. Se non altro, l'inclusione del nostro paese è comunque una buona notizia, considerato come per l'altrettanto interessante 2-in-1 Surface Book sia stato invece snobbato, e questo dà buone prospettive per l'arrivo dell'all-in-one Surface Studio atteso entro l'estate già in altre nazioni europee. Il Laptop è preordinabile in vista della commercializzazione dal 15 giugno, prevedendo 4 varianti preconfigurate:

  • Core i5 con GPU HD 620, 4 GB RAM, 128 GB SSD: 1.169 €
  • Core i5 con GPU HD 620, 8 GB RAM, 256 GB SSD: 1.499 €
  • Core i7 con GPU Iris Plus 640, 8 GB RAM, 256 GB SSD: 1.829 €
  • Core i7 con GPU Iris Plus 640, 16 GB RAM, 512 GB SSD: 2.549 €

Non proprio prezzi alla portata di tutti, ma Microsoft ha previsto appositamente il Surface Laptop come modello di fascia alta, in diretta competizione con equiparabili configurazioni di MacBook Pro 13". Anche se in realtà il suo concorrente ideale sarebbe stato il MacBook Air: è ironico vedere come sia proprio la storica rivale di Apple a mostrarci come sarebbe potuto evolvere, visto che il MacBook da 12" rappresenta una rottura col passato tanto per le dimensioni più ridotte quanto per la componentistica votata al massimo risparmio energetico.

In conclusione di articolo segnaliamo ulteriori novità per l'ambito educativo, con l'arrivo di una versione apposita del software di messaggistica Microsoft Teams nonché un editor di codice semplificato in Minecraft Education, prefiggendosi l'obiettivo di introdurre gli studenti alla programmazione. Sempre la scuola sarà al centro di un'iniziativa pensata per l'Italia da Microsoft, con una giornata dedicata il prossimo 5 maggio all'Aquila, che prevederà il lancio dalle nostre parti di Skype for Classroom.