netflix-hack

Sembrano passati mille anni da quando su iPhone si poteva fare davvero poco senza jailbreak. Apple si è presa il suo tempo, non c'è che dire, però ha portato alcune delle cose migliori di quel mondo "senza frontiere" in iOS, aggiungendo anche tanto altro. Oggi il jailbreak è più una sfida che una necessità, tanto quanto il root su Android. Ci sono però dei casi in cui quest'ultimo mi sia servito, ad esempio per installare delle ROM internazionali su smartphone pensati per la distribuzione cinese (non solo Xiaomi, ma anche Asus ed altri) oppure per registrare lo schermo in remoto, e immagino possa essere necessario anche in altre situazioni. La mia impressione è che ad oggi sia più diffuso il rooting di Android che non il jailbreak di iOS, perché ci sono più smanettoni nel mondo del robottino verde che non in quello Apple, dove non si avrebbe comunque lo stimolo delle ROM alternative.

asus-zenfone2-bootloader

Dopo il root si può teoricamente fare ogni cosa su uno smartphone Android ed è per questo che Netflix ha deciso di correre ai ripari. Da qualche ora la sua app viene mostrata come incompatibile nel Play Store da tutti i dispositivi sbloccati o con il root attivo, come scoperto da Android Police. E non si tratta di un errore temporaneo, poiché Netflix ha dichiarato che ormai faranno affidamento solo a Widevine per proteggere i propri contenuti.

With our latest 5.0 release, we now fully rely on the Widevine DRM provided by Google; therefore, many devices that are not Google-certified or have been altered will no longer work with our latest app and those users will no longer see the Netflix app in the Play Store.

Smartphone a parte, questo potrebbe essere un duro colpo per tutti quelli che hanno acquistato uno scatolotto cinese per il TV. A parte i migliori, come la NVIDIA Shield TV (recensione) o lo Xiaomi Mi TV Box, la maggior parte di questi non usa la vera piattaforma Android TV ma si basa sul sistema operativo per smartphone opportunamente adattato al grande schermo. In questi casi Netflix funzionava, anche se non in HD, ma da oggi potrebbe bloccarsi completamente. Essendoci modifiche importanti al sistema non autorizzate da Google, il DRM Widevine si spezza così come la visione di film e serie TV.