I prodotti Apple sono stati spesso criticati per non favorire molto la riparabilità fai da te, con ulteriori modifiche restrittive in tal senso nel corso degli anni (per quanto proprio gli ultimi tempi abbiano portato qualche concessione). Eppure, questa tendenza sembra mettere d'accordo la mela con le sue principali rivali, creando dispositivi molto difficili da smontare senza ricorrere all'assistenza ufficiale, vista la natura di materiali e componenti utilizzati. In tal senso, pare che il Surface Laptop di Microsoft, entrato in vendita da qualche giorno, rappresenti purtroppo un nuovo importante esempio negativo, come ha avuto modo di scoprire iFixit.

Smontarlo dalla scocca posteriore è risultato impossibile, poiché agli angoli non dispone di viti ma solo di piedini per l'appoggio. L'unica via di accesso ai componenti interni è tramite la rimozione del rivestimento in Alcantara della tastiera, armandosi di taglierino e pazienza. Ammesso che ne rimanga al termine dell'operazione: la copertura è infatti attaccata con forti dosi di adesivo il che, in aggiunta ai danni estetici che di suo provoca l'intervento del taglierino, essenzialmente significa doverla buttare una volta staccata dal portatile. Al di sotto gli "esploratori" vengono accolti da placche metalliche di protezione ed ulteriori elementi in plastica che una volta rimossi sono altrettanto inutilizzabili quanto il rivestimento rimosso. Anche qualora si riuscisse a smuovere il blocco tastiera dalla sua sede ci si troverebbe davanti solo ad un ginepraio di difficoltà, come il connettore coperto da un apposito alloggiamento, nastri adesivi, altre placche protettive. Senza alcuna ricompensa finale: tutti i principali componenti hardware (CPU, RAM e SSD) sono saldati, alla Apple.

Nel complesso si tratta di un prodotto ben strutturato e di qualità, in linea a quanto promesso da Microsoft, ma la pregiata scelta stilistica dell'Alcantara ha comportato un prezzo da pagare in termini di riparabilità, con un risultato peggiore dei MacBook Pro. Se questi ultimi infatti hanno ottenuto almeno un punto su 10, il Surface Laptop ha ricevuto da iFixit proprio zero spaccato. Leggermente meglio è andata al nuovo Surface Pro, ma anche lì la morale è sempre la stessa: meglio evitare di metterci mano per conto proprio, godendosi il dispositivo come il suo produttore l'ha inteso e lasciando all'assistenza il compito di risolvere eventuali grane.