Secondo quanto riportato da Reuters, il Governo USA sarebbe pronto ad intervenire nel giudizio di opposizione al provvedimento della Commissione Europea che invita l'Irlanda a riscuotere da Apple 13 miliardi di euro di tasse asseritamente non corrisposte.

Già la precedente amministrazione americana aveva offerto il suo supporto ad Apple (che, ricordo, non può intervenire direttamente nel giudizio che vede coinvolto solo il governo irlandese), ma, sebbene il presidente Trump non abbia ancora rilasciato dichiarazioni in merito, non v'è dubbio che, vista la sua politica protezionistica, si confermi il sostegno alla società e all'Irlanda.

Il giudizio non dovrebbe incominciare prima della fine di quest'anno e sarà fondamentale per capire come potrà essere impostata per il futuro la politica fiscale comunitaria e se, quindi, questo tipo di tax ruling potrà continuare ad essere perseguito dai governi nazionali.