Il sistema di illuminazione smart Trådfri di Ikea è presente sul mercato da ormai diversi mesi, ma a maggio scorso era stata promessa l'implementazione della compatibilità con Apple HomeKit entro la fine dell'estate. Come segnala Cult of Mac, con il firmware appena rilasciato la società svedese ha tenuto fede a quanto dichiarato, aprendo i suoi device al sistema HomeKit, che si affianca ora a Google Home e Amazon Alexa. Non è questa l'unica novità, il nuovo firmware porta anche la compatibilità tra il sistema Trådfri e il noto Philips Hue. Ora tutti quanti siano dotati di un Philips Hue Bridge potranno inserire nel loro ambiente lampadine della serie Trådfri di Ikea, senza necessità di acquistare un nuovo hub dedicato a quest'ultime. Le lampadine di Ikea appariranno all'interno della Hue app una volta aggiornato il firmware ed ovviamente saranno controllabili anche con Siri.

AGGIORNAMENTO: La notizia data da Ikea oggi sembra essere un errore, o almeno lo presenta nelle tempistiche. L'azienda svedese ha dichiarato sul suo profilo Facebook che Trådfri non è ancora compatibile con HomeKit, Amazon Alexa e Google Home. Il piano è quello di rendere tutto funzionante per questo autunno (probabilmente dopo il rilascio di iOS 11, NdR). Secondo MacRumors è invece confermata la compatibilità con il bridge di Philips Hue.

ikea-smart

Per ora la serie Trådfri di Ikea è piuttosto limitata nel catalogo e non offre lampadine con illuminazione RGB. L'azienda ha però annunciato il loro arrivo per il prossimo mese di ottobre. Speriamo che anche i prezzi si mantengano popolari come da tradizione Ikea, in modo da fornire una valida alternativa economica all'egemonia del sistema Hue, bello sì ma decisamente costoso.

Per chi invece non fosse interessato alla compatibilità con HomeKit, o magari volesse tentare di implementarla con un lavoro  fai-da-te seguendo le nostre guide a Homebridge, può sempre acquistare gli ottimi bulbi Yeelight di Xiaomi, che segnaliamo spesso in sconto sul canale Telegram delle SaggeOfferte.