Nella tarda serata di ieri Apple ha diffuso i risultati fiscali del terzo trimestre dell'anno in corso. La società ha totalizzato ricavi complessivi per 45,4 miliardi di dollari, in crescita del 7% rispetto lo stesso periodo del 2016. Tutti i mercati risultano in crescita eccetto quello cinese che vede una flessione del 10% anno su anno. Tuttavia Tim Cook ha definito i risultati relativi al Cina incoraggianti, poiché vanno osservati in un ottica più ampia. Normalizzando i dati in relazione all'andamento della valuta, si ottiene una crescita del 6%, piuttosto che una flessione. iPad è cresciuto molto più del mercato, stessa cosa per il Mac. L'andamento di iPhone risulta relativamente piatto, in linea con il mercato.

Per quanto riguarda la suddivisione per categoria di prodotto, il dato più interessante è sicuramente quello relativo ad iPad. Dopo molti trimestri di continua flessione finalmente i tablet di Cupertino tornano a crescere, segnando un +15% di unità vendute a livello globale. Il dato positivo è da attribuirsi più ad iPad (2017) che agli iPad Pro, poiché nonostante l'elevato numero di unità vendute la crescita dei ricavi anno su anno è del 2% soltanto. Sono in crescita anche gli iPhone (+2%) e i Mac (+1%, con ricavi del +7%). Altri numeri ottimi sono quelli relativi ai servizi, che ormai crescono trimestre dopo trimestre, questa volta del 22%. Se vi steste chiedendo quale sia la driving force di questo dato positivo, la risposta viene ancora dalla bocca di Tim Cook. Il CEO spiega che il servizio più grande di Cupertino è l'App Store, ed è anche quello che porta la crescita più forte grazie a molti nuovi utenti paganti in giro per il mondo. Apple si sta impegnando a rendere facili e comodi i pagamenti sullo store attraverso diversi servizi come AliPay in Cina (ma noi abbiamo visto l'arrivo di PayPal in Italia). Altro business in crescita è quello relativo ad Apple Music con sempre maggiori iscritti; infine i piani di storage su iCloud a pagamento.

Anche la categoria Other Products si mostra forte, con una crescita dei ricavi del 23%. A proposito di altri prodotti, Tim Cook ha dichiarato che sono state rafforzate le linee di produzione degli auricolari AirPods, tuttavia la domanda supera ancora abbondantemente le capacità produttive delle fabbriche al lavoro per Cupertino. Cook ha poi confermato i lavori in corso su un "grosso progetto" nell'ambito dei sistemi automatici, pur non confermando direttamente si riferisca a quelli per la guida automobilistica. Infine, riguardo i rumor sul prossimo iPhone, si è limitato a dire che quest'attenzione promette bene per il (prossimo) futuro. Nel momento in cui scrivo, il mercato after-hours del titolo AAPL è in forte crescita. Con $160 ad azione Apple supererebbe gli 800 miliardi di dollari di capitalizzazione, avvicinandosi così a all'incredibile valore record del triliardo di dollari.