Anche se non si è mai stati suoi utenti, bisogna essere riconoscenti a Firefox. Dal 2004 Mozilla ha ripreso la battaglia persa da Netscape, scardinando gradualmente il monopolio di Internet Explorer e cambiando profondamente il mercato dei browser. Se oggi abbiamo scelta e forte competizione è anche merito suo. L'obiettivo maggiore, però, non è mai stato raggiunto: Firefox continua ad essere l'eterno secondo, prima nei confronti della soluzione Microsoft, ora nei confronti di Google Chrome. Uno status quo che sarà difficile da cambiare, ma Mozilla vuole provarci, e ha pronto per novembre un nuovo asso nella manica: Quantum.

Si tratta di fatto di un rilancio per lo storico programma di navigazione, tanto che per l'occasione non verrà identificato come da consuetudine dal numero di versione, che avrebbe dovuto essere 57. Un progetto di lunga realizzazione, avviato ufficialmente ad ottobre dello scorso anno, pronto a far vedere i suoi frutti. Il rinnovato motore di rendering integrato in Quantum promette una velocità più che doppia rispetto alla versione 52 di Firefox, la più recente nel canale ESR a lungo supporto. Mozilla ha inoltre dimostrato che in molti casi il suo prodotto è in grado di caricare i siti più velocemente di Chrome. L'aumento delle prestazioni è ottenuto sfruttando appieno le tecnologie dei computer, come i processori multi-core, distribuendo il carico di lavoro sui vari nuclei invece di concentrarlo su uno singolo come storicamente fatto. La scheda attiva viene inoltre resa prioritaria rispetto le altre aperte, consentendo di ridurre il consumo di memoria RAM di circa il 30%.

Nuovo motore e nuova scocca: per l'occasione, Firefox si rifà il trucco con un'interfaccia moderna, leggera e in grado di adattarsi a qualsiasi DPI come ai vari metodi di input. L'aspetto di Quantum è pensato per essere coerente con quello nativo di qualsiasi sistema, desktop o mobile che sia. Con l'occasione, Mozilla ha aumentato ancora l'integrazione tra Firefox e Pocket, il servizio online di salvataggio dei contenuti da consultare successivamente. In maniera simile a quanto fanno altri browser, verranno suggeriti articoli, filmati e altro ancora da inserire nel proprio elenco lettura. Firefox Quantum verrà rilasciato al pubblico il prossimo 14 novembre, mentre coloro che desiderano provarlo in anticipo potranno farlo attraverso i canali di rilascio Beta e Developer. Da ex-utente ormai da anni passato a Chrome, sono molto curioso di questa iniziativa e non vedo l'ora di poter dare una nuova possibilità di riconquista al panda rosso.