Devo essere sincero, non lascerei mai macOS, sia per questioni di abitudine che di praticità. Tuttavia Windows 10 migliora sempre più in pressoché ognuno degli aspetti principali: stabilità, funzionalità e sicurezza. Il Creators Update primaverile è stato un buon successo per l'azienda, che ha strizzato l'occhio a tutti i creativi, tanto di settori storici come la grafica quanto di ambiti emergenti come la stampa 3D di oggetti. Presto toccherà al Fall Creators Update (nome in codice: Redstone 3) prendere il testimone e continuare questa fase positiva. Sul palco dell'IFA 2017, infatti, Microsoft ha annunciato che il nuovo aggiornamento è quasi pronto e sarà rilasciato a partire dal 17 ottobre prossimo.

A dispetto del nome commerciale, che vuol porsi in continuità con la release primaverile, Redstone 3 non è focalizzato solo ed esclusivamente sul pubblico dei creativi, ma introduce una serie di miglioramenti per tutti gli utenti. Ci sono state alcune variazioni, sia in positivo sia in negativo, rispetto quanto riportammo a maggio, perciò elencheremo qui le novità principali evidenziate da Windows Central che ci attenderanno nella release finale:

  • OneDrive Files On Demand renderà disponibili i file fisicamente sul proprio hard disk solo quando dobbiamo utilizzarli. La funzione è simile alla Smart Sync di Dropbox. Tuttavia, a differenza di quest'ultima che è disponibile solo sui piani Business, OneDrive Files On Demand sarà per tutti gli utenti del servizio.
  • Windows Inking riceverà alcuni miglioramenti riguardanti la possibilità di prendere appunti o di evidenziare gli elementi sui file PDF. Inking riconoscerà meglio i tratti effettuati con la penna, convertendoli in forme geometriche utilizzando l'intelligenza artificiale. Anche lo scrolling delle pagine web tramite pennino è stato ottimizzato. È presente inoltre la tecnologia Find My Pen per aiutare l'utente a rintracciare il pennino in caso di smarrimento, basandosi sulle ultime posizioni del dispositivo principale.
  • Le funzionalità di accessibilità miglioreranno con l'introduzione del tracciamento del movimento degli occhi, aiutando così le persone affette dal morbo di Gehrig, ossia la tremenda SLA.
  • Miglior supporto per gli EPUB e piccoli cambiamenti nell'interfaccia grafica di Edge.
  • Supporto allo standard Emoji 5.0.
  • Anche il desktop godrà di alcune modifiche, come nuove icone per i menu contestuali nel menu Start, nuova grafica per le notifiche e la sezione My People per interagire rapidamente coi propri contatti principali.

Novità anche sul fronte Windows Mixed Reality: gli headset realizzati dai partner di Microsoft saranno disponibili sul mercato sempre a partire dal 17 ottobre e il Windows 10 Fall Creators Update permetterà di usarli anche con computer con GPU non molto potenti. Il prezzo dei visori oscillerà fra i $349 e i $549, dipendentemente dal produttore. Non ci sarà invece l'update per Windows 10 Mobile, ormai abbandonato da Microsoft e relegato in modalità manutenzione con la release Feature2. Verranno comunque riversate anche qui varie API provenienti dal Fall Creators Update e dal prossimo aggiornamento, garantendo la compatibilità delle applicazioni UWP. A proposito del futuro, da Redmond hanno annunciato che i lavori su Redstone 4, il prossimo sostanzioso aggiornamento di Windows 10, procedono spediti, con le prime build che stanno già raggiungendo alcuni degli iscritti al programma Windows Insider (per la precisione, coloro che hanno scelto qualche settimana fa l'opzione "Skip Ahead" per cambiare versione). Salvo imprevisti, Redstone 4 vedrà la luce nella primavera del 2018.