Se avete notato una certa penuria di articoli fra ieri sera e oggi pomeriggio, vi chiedo subito scusa a nome di tutta la SaggiaRedazione, ma, per la prima volta, Maurizio, Massimiliano ed io abbiamo converso verso il negozio Apple Campania per il lancio di iPhone 8, iPhone 8 Plus e Apple Watch Series 3.

A differenza dello scorso anno, non abbiamo optato per passare la nottata fuori dal centro commerciale per due ottime ragioni: la prima è che non ci sono stati problemi con le prenotazioni di iPhone 8 lo scorso venerdì, la seconda è che, come confermato anche dai ragazzi dello Store, ci sono state giusto due o tre persone ad arrivare all’apertura del centro commerciale per gustare i cornetti offerti come da tradizione da Cupertino. Oggi, quindi, non vi sono state file chilometriche e chi come me aveva optato per il ritiro dei prodotti nel primo pomeriggio è stato servito anche in mattinata, senza alcun problema. Non so dirvi bene da cosa sia dipesa l’assenza di code, se dalla bravura di Apple a soddisfare la domanda di iPhone 8 o da una scarsa attenzione del pubblico nei suoi confronti. Sicuramente, l’attenzione del popolo geek del day one è rivolta ad iPhone X (che, nota di colore, è stato chiamato da qualche avventore “iPhone PER”...) mentre i più, invece, attendono di poter confrontare i due modelli di smartphone dal vivo per prendere le proprie decisioni in merito.

Ad ogni modo, il nuovo smartphone di Cupertino è decisamente bello: forse ero un poco prevenuto, ma credevo che quest’anno non sarei stato vittima dell’effetto wow, pensando in cuor mio che mi sarei trovato di fronte all’ennesima versione rifinita e corretta di iPhone 6, un iPhone 6sss insomma. Invece, mi ha colpito il nuovo design in vetro e alluminio che mi ha ricordato il buon iPhone 4. Le colorazioni, inoltre, sono davvero piacevoli, visto che il grigio siderale è di una nuova tonalità molto più gradevole del “nero smorto” di iPhone 6 e 6s, mentre il modello argento ha il vetro posteriore di un bianco leggermente più scuro e non molto acceso.

Maurizio ed io siamo rimasti piacevolmente colpiti anche dalla nuova colorazione oro (chiamata da un nostro utente durante l’ultimo Nightmen “orosa”) che supera i limiti di un oro rosa troppo acceso e di un oro che, a volte, poteva risultare troppo vistoso. La nuova tonalità è tendente al cipria e al rosa antico, e risulta discreta e adatta sia a un pubblico femminile che ad uno maschile.

Credetemi, le nostre foto si avvicinano molto alla colorazione reale, ma comunque non le rendono giustizia, va visto dal vivo. Il TrueTone è eccezionale anche sul display IPS di iPhone 8 e iPhone 8 Plus, ma l’assenza di ProMotion si fa sentire, pur essendo tutto molto fluido (e vorrei ben dire, vista la potenza di A11 Bionic e della nuova GPU). L’unico difetto? Il peso: i quasi 200 grammi di iPhone 8 Plus si sentono tutti.

Apple Watch Series 3 è, invece, il solito Apple Watch cui siamo sempre stati abituati sin dal suo lancio. Quest’anno non c’è stato il solito imbarazzo della scelta, visto che l’assenza del modello LTE in Italia ci ha posto davanti solo l’alternativa fra la cassa argento e quella grigio siderale dello Sport che, per la prima volta, è disponibile anche con un cinturino in elastomero di un bel punto di grigio. Ci sono due piccole curiosità sul nuovo modello che abbiamo scoperto durante le prove odierne:

  • Per sentire la voce di Siri anche da Apple Watch Series 3, o lo configurate come nuovo o se ripristinate un backup dovrete andare in watchOS su Impostazioni -> Generali -> Siri e impostate il Feedback Vocale prima su “Solo auricolari” e subito dopo su “Sempre attivo”;
  • Apple Watch Series 3 non supporta la ricarica Qi su basi che non siano AirPower. Facciamocene una ragione e preghiamo che qualcuno a Cupertino abbia una illuminazione e ritorni sui suoi passi, abilitandola per tutte le basi. Dopotutto è uno standard!

Infine, devo ringraziare dal profondo del cuore da parte di tutti noi i ragazzi dell’Apple Campania, sia per la loro gentilezza che per la loro infinita pazienza: hanno sopportato i nostri cambi di idee repentini, aiutandoci con resi e cambi, facendoci provare anche il drone di Saetta McQuinn realizzato da Sphaero in negozio, oltre a consigliarci gli abbinamenti di colore giusti per cover, cinturini e casse. Insomma, anche quest’anno sono promossi a pieni voti e con lode.