Il 2017 è stato per me l'anno dell'addio alle reflex. All'inizio pensavo non sarebbe mai arrivato questo momento, perché pur apprezzando i molteplici vantaggi delle senza specchio continuavo a preferire l'approccio tradizionale per il reportage di eventi. La Fujifilm X-T2 (recensione) è riuscita a cambiare la mia prospettiva e la C100 ha risolto l'ambito video al posto della 5D Mark III. Per quest'ultima avevo 5 batterie LP-E6 extra che ho tenuto, in quanto compatibili con un monitor esterno e lo SliderONE di Edelkrone. Sono rimasto tuttavia senza caricatori, in quanto utilizzavo quelli forniti con le fotocamere. Il primo pensiero è stato di ricomprarne uno identico, anche perché mi sono abituato a quel LED arancione che lampeggia con ritmi diversi per segnalare la percentuale di carica, ma alla fine ho desistito perché costa tanto per quel che offre. Per puro spirito d'avventura ne ho voluto comprarne uno di 10€ in Cina, spacciato ovviamente per "Genuine". È arrivato dopo 40gg, senza cavo di alimentazione, e mi sono accorto al tatto che qualcosa non andava: troppo leggero e troppo liscia la plastica. Ho pensato ad un modello diverso ma ho avuto la conferma che fosse non originale quando ho collegato la batteria ed ho notato che il LED non aveva tutti gli stati ma solo le condizioni di lampeggio 1-1 e spento. Era prevedibile ed era prevedibile anche il fatto che dopo 1 mese ha smesso di funzionare. Appena ho tempo provo ad aprirlo, sono sicuro che dentro sarà per il 90% vuoto a parte un paio di stuzzicadenti, una gomma da masticare ed una forcina.

powerextra-dual-canon-intro

Prima di ritornare sull'idea del caricatore originale originale (l'ho scritto due volte a scanso di equivoci), ho voluto fare una ricerca per modelli che offrissero più funzionalità. Con le batterie Fujifilm, Panasonic e Sony tendo a preferire quelli di terze parti qualora forniscano due caratteristiche per me utili: doppia carica simultanea e porta USB. Ce ne sono diversi del genere anche per le Canon LP-E6/LP-E6N – Amazon ne è pieno e a partire da 17€ – ma alla fine ho speso un po' di più e l'ho comprato su eBay... tanto col pagamento PayPal si sta abbastanza tranquilli. Non c'è un motivo funzionale e concreto che giustifichi la mia spesa aggiuntiva, tuttavia ho preferito acquistare il caricatore di tale Powerextra per la sua maggiore ergonomia. In realtà il prezzo sarebbe simile, circa 20€, ma l'ho trovato solo in UK ed ho dovuto spendere 11€ in più per la spedizione.

powerextra-dual-canon-10

Parlando di migliore ergonomia mi riferisco a tutta una serie di cose correlate all'esperienza d'uso. La prima è che il caricatore così configurato è molto più piccolo, in quanto le due batterie vengono alloggiate in verticale. Vi è poi un comodissimo display retroilluminato che mostra lo stato di carica di entrambe e che si spegne al raggiungimento del 100%.

powerextra-dual-canon-9

Sul retro si trova una porta microUSB che si può usare con powerbank, computer o alimentatori di terze parti, inoltre alla base troviamo un praticissimo cavo USB già pronto all'uso. Rispetto ai caricatori con presa a muro carica più lentamente, ma non troppo, ed è una cosa che non mi dispiace perché alle batterie fa solo bene e visto che ne metto due alla volta non rischio comunque di rimanere a bocca asciutta.

powerextra-dual-canon-3

Conclusione

Devo dire di essere molto soddisfatto e se tornassi indietro lo ricomprerei. Si vede subito che si tratta di un prodotto ben progettato e costruito, tant'è che è fatto su misura e non è uno di quelli generici con adattatore. È decisamente di un livello superiore rispetto il buon Patona che uso per le batterie Fujifilm. Non è il più economico ma personalmente lo consiglio. Vi lascio il link eBay per il Powerextra Dual Battery LP-E6 con l'attuale promo a 20€ che ho usato io, anche se non so quanto durerà ancora.

PRO
+ Molto compatto vista la disposizione della batterie
+ Display LCD retroilluminato con indicazioni chiare
+ Possibilità di ricarica via microUSB
+ Cavo USB già integrato alla base

CONTRO
- La spese di spedizione fa lievitare il costo, ma lo ritengo comunque adeguato