Il Micro Quattro Terzi è senza dubbio il sistema mirrorless con la maggiore quantità e varietà di obiettivi disponibili. In parte è merito della sua diffusione ed anzianità (relativa al mondo della senza specchio, si intende) che ha attirato diversi produttori di terze parti, ma è soprattutto per la vivacità dei due principali attori: Panasonic e Olympus. Quest'ultima ha inaugurato con la E-M1 una linea Pro in cui si trovano obiettivi luminosi, solidi e con prestazioni eccellenti, che personalmente uso spesso anche sui corpi Lumix. Quest'oggi l'azienda va ad aggiungere due elementi pregiati alla famiglia, un 17mm ed 45mm f/1.2.

Olympus-17mm-Pro-2

M.Zuiko ED 17mm f/1,2 Pro è un obiettivo equivalente 34mm, focale molto amata dai fotografi. Si affianca al vecchio f/1,8 ma si caratterizza per una qualità nettamente superiore. La costruzione in metallo prevede un'ampia ghiera per la messa a fuoco, con il classico sistema di slittamento per l'attivazione di quello manuale, nonché un tasto L-Fn laterale. È tropicalizzato e predisposto per resistere a polvere, schizzi d'acqua e temperature fino a -10°C, mentre il peso raggiunge i 390 grammi. L'apertura f/1,2 consente di ottenere un ottimo senso di tridimensionalità anche a questa focale, nonché di sfruttare al meglio la luce naturale. Ci sono 15 elementi in 11 gruppi, che comprendono lenti di altissima qualità per ridurre le distorsioni ed aberrazioni, tra cui le nuove ED-DSA (Extra-low Dispersion Dual Super Aspherical). Grande attenzione anche alla resa del bokeh grazie ad un diaframma con 9 lamelle circolari. L'obiettivo sarà disponibile a marzo 2018, per cui ci sarà da attendere, con un prezzo di listino di $1200 più tasse.

Olympus-45mm-Pro-2

Il 17mm in questione si affianca per linea e tipologia al 25mm f/1,2 Pro presentato l'anno scorso e completa il trio il nuovo M.Zuiko Digital ED 45mm F/1.2 Pro. Questo è un tipico obiettivo da ritratto e con la focale equivalente ad 80mm si propone come diretto rivale del Panasonic-Leica Nocticron 42,5mm f/1,2 OIS. Non c'è la stabilizzazione ottica, visto che ormai tutti i corpi Olympus (ed anche gli ultimi Lumix) la hanno sul sensore, ma la qualità si prospetta di pari livello. L'obiettivo è sempre costruito in modo eccellente, con ampio uso di metallo e tropicalizzazione completa, raggiungendo un peso di 410 grammi. Usa anche questo filtri da 62mm ed ha una ghiera di fuoco ampia e precisa con step per il passaggio manuale/automatico. Lo schema ottico vede la presenza di 14 elementi in 10 gruppi, con elevata attenzione alla nitidezza, ai passaggi di fuoco ed al bokeh, grazie al diaframma con 9 lamelle circolari. A differenza del 17mm, questo sarà disponibile a breve, in quanto potrà essere acquistato verso la fine di novembre con un prezzo di listino analogo: $1200 più tasse.