L'app che sembra fatta da Apple ma non lo è: così si potrebbe definire Pixelmator. È uno dei prodotti terzi che meglio s'integra con macOS e iOS, tanto per estetica quanto per tecnologie adottate. Per diverso tempo questo editor d'immagini ha saputo ritagliarsi la sua fetta di utenza, proponendosi come alternativa low-cost a Photoshop per usi non troppo spinti. Oggi però le alternative non mancano, con Affinity Photo e Luminar tra le rivali più emergenti, ma anche la stessa Adobe che col cloud ha parecchio abbassato il biglietto d'ingresso per Photoshop. Il team di Pixelmator è pronto a rilanciare con la versione Pro, di cui abbiamo parlato ad inizio settembre. Mancavano allora due informazioni, non proprio secondarie: disponibilità e prezzo. Adesso sono note anche queste, completando così il cerchio. Pixelmator Pro debutterà il 29 novembre, al prezzo di lancio di $59. A regime l'app costerà un po' di più, $99, e il periodo promozionale dovrebbe terminare in corrispondenza dei primi aggiornamenti, che il team leader Saulius Dailide promette saranno tanti. In programma ci sono anche la versione per iPad e la modalità vettoriale Vectormator. Riguardo l'edizione standard di Pixelmator, non verrà abbandonata, anche se presumibilmente avrà meno attenzioni. Proprio qualche settimana fa è arrivata la versione 3.7 col supporto a macOS High Sierra ed altre migliorie.