Il 2018 sembra essere iniziato per Apple un po'... con il botto: infatti, due batterie di due diversi modelli di iPhone sono esplose negli Apple Store di Zurigo e di Valencia. Ovviamente, è lungi da me il creare falsi allarmismi, ma la notizia va riportata per quello che è, a maggior ragione visto che in entrambi i casi non ci sono state conseguenze di sorta.

Lo scorso 9 gennaio è stato evacuato l'Apple Store di Zurigo, poiché la batteria di un iPhone 6s in esposizione ha preso fuoco, incendiando solo il dispositivo. Sul luogo sono intervenuti i pompieri, la polizia e l'ambulanza che ha soccorso sei persone in loco, leggermente intossicate per aver inalato i fumi. Per fortuna, non è stato ricoverato in ospedale nessuno dei presenti. Ieri, invece, si è verificata una simile situazione all'Apple Store di Valencia, ma non è chiaro quale modello di iPhone abbia preso fuoco. In questo frangente, i commessi del negozio hanno subito spento le fiamme ed aperto porte e finestre e, pertanto, non c'è stato bisogno di chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. La società non ha ovviamente reso noto alcun comunicato su entrambi gli avvenimenti, che, per quanto si sono susseguiti in un breve lasso di tempo, possono essere anche non connessi fra di loro. Casomai dovessero esserci altri sviluppi, vi terremo prontamente aggiornati.