Quando attraverso un programma si apre o si salva, viene aperta una finestra di dialogo simil-finder, attraverso la quale possiamo navigare tra le cartelle del nostro Mac e selezionare ciò che desideriamo. Questa finestra però, non è un vero e proprio finder. Infatti non possiamo per esempio agire sui file rinominandoli, spostandoli o cancellandoli (cosa che per la verità su Windows è possibile da sempre). E un'altra mancanza, soprattutto quando siamo alla ricerca di un file grafico, è l'impossibilità di modificare la vista per vedere le icone più grandi o più piccole.

L'unica personalizzazione offerta è il passaggio tra le viste icone, lista e colonne, accessibile con i tasti in alto:

Non tutti sanno però che con una pressione prolungata sul primo tasto (vista icone) si accede ad un menu di personalizzazione:

Da qui si può modificare la dimensione delle icone fino ad un massimo di 128x128 e anche spostare la posizione dell'etichetta a destra, come nell'immagine sottostante:

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.