Tips: ricostruire la libreria di iPhoto per velocizzare e riparare database e miniature

Un lettore del blog, dopo aver visto la diciottesima puntata del podcast "il Mio primo Mac" (dedicata ad iPhoto), si è accorto che il suo computer ha un comportamento insolito. Pare infatti che anche modificando una foto, la miniatura rimanga sempre la stessa. Questo evidenzia un problema nella libreria, poiché le immagini sono correttamente salvate, ma le anteprime non vengono invece rigenerate.

Una possibile soluzione al problema è quella di ricostruire la libreria di iPhoto. L'operazione è molto semplice, basta cliccare sull'icona del programma e subito dopo tenere premuti i tasti cmd+alt. Apparirà una maschera dove selezionare, ad una ad una, le operazioni da effettuare. Nel caso specifico potrebbero essere necessari i seguenti interventi:

ricostruire libreria iphoto

È importante attivare anche la correzione dei permessi nella libreria, perché nel caso vi troviate nella condizione segnalata dal lettore, potrebbe essere che le miniature delle foto abbiamo un permesso sbagliato, che non ne permette la sovrascrittura. E in ogni caso la riparazione dei permessi non può causare problemi. Stessa cosa per l'ultima voce relativa al database, attivatela senza pensieri.

Per la ricostruzione delle miniature invece, alle volte basta la prima e più veloce operazione, che rigenera solo la versione rimpicciolita delle immagini. Ma nel caso specifico, visti i problemi citati, converrà optare per la rigenerazione completa di tutte le miniature, che comprende anche quelle degli eventi e degli album. Tenete però in considerazione che l'operazione potrebbe richiedere molto tempo nel caso in cui abbiate una libreria molto corposa (io ho migliaia di foto e ci sono voluti 10 minuti).

Questo Tip è stato inviato da MagoMagò e partecipa al concorso myMacTips.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.