Tips: scovare tutte le applicazioni PowerPC che si nascondono nel tuo Mac

universal binaryLa transizione dei Mac dall'architettura PowerPC a quella Intel è giunta ad un punto importante con Snow Leopard, il primo OS di Apple installabile solo e soltanto su macchine Intel. La maggior parte delle applicazioni sono ormai sviluppate in Universal Binary o addirittura solo per architettura Intel, ma ancora qualcosa di PowerPC rimane.

Per eseguire tale codice sui recenti OS Apple è necessario installare Rosetta. Come tutto quello che è pensato per i computer Mac, Rosetta funziona è basta, senza configurazioni e complicazioni. Si autoinstalla semplicemente quando necessario, ovvero se si tenta di eseguire una applicazione PowerPC. Tuttavia l'esecuzione di codice vecchio non è preferibile in quanto questo funziona più lentamente ed particolarmente sconsigliabile nel caso si tratti di applicazioni in background.

Quanto ho installato Snow Leopard ho però preferito non aggiungere il supporto per la vecchia architettura. Ed evito, finché possibile, di mettere nei miei Mac codice non aggiornato per Intel o Universal Binary. Per questo sono rimasto sorpreso quando ho scoperto che nel mio computer ci sono parecchie applicazioni PowerPC.

Per avere questa informazione è sufficiente accedere dal menu Apple a Informazioni su questo Mac e poi scegliere "Più informazioni...". Da qui accedete alla voce Software/Applicazioni. Nell'elenco trovate tutti i programmi installati sul Mac ed alla colonna Tipo trovate l'indicazione che ci interessa.

Nel mio caso si tratta per lo più di applicazioni secondarie che non eseguo mai, anche perché non avendo installato Rosetta non funzionano.

Se invece volete scoprire se avete qualche applicazione PowerPC già in esecuzione sul vostro Mac, lanciate "Monitoraggio Attività":

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram