A gennaio del 2009 Apple presentava iLife ed iWork 2010. Vista la ciclicità con la quale l'azienda di Cupertino propone le proprie uscite, ci si aspettava la nuova versione nello stesso periodo quest'anno. Tuttavia progetti come iPad e iPhone 4 hanno preso il sopravvento (dall'ultima trimestrale gli iDevice rappresentano il 57% dei ricavi).

Un'altra considerazione da fare è che Apple tende a tenere sù le azioni effettuando un lancio importante per ogni trimestre, così da garantirsi un "picco" per ogni periodo fiscale. Così se ad inizio anno abbiamo avuto iPad e nel successivo iPhone, si potrebbero essere "conservati" gli aggiornamenti software tanto agognati per un periodo di "magra", come potrebbe essere l'autunno, ovvero il terzo trimestre.

A confermare tale teoria sono venute fuori negli ultimi giorni sul sito Amazon francese ben due copertine di manuali facenti riferimento rispettivamente ad iLife 2010 ed iWork 2010.

Il fatto risulta secondo Macity molto attendibile, la quale ci ricorda che accadde qualche tempo fa una cosa molto simile con Aperture 3, anticipato da un manuale apparso proprio su Amazon, due mesi prima della presentazione Apple.

Questa informazione potrebbe far calare drasticamente le vendite dei due pacchetti, che ricordo essere presenti in Apple Store con una interessante combinazione: iLife 2009 + iWork 2009 + Snow Leopard a 169€

Teoricamente comunque la seconda parte dell'anno non dovrebbe essere esente da altri importanti novità. Infatti si aspettano da tempo i rinnovamenti hardware per i MacBook Air (forse un 11") e i Mac Pro, nonché possibili aggiornamenti anche per gli iMac che statisticamente hanno superato il periodo di durata media sul mercato senza rinnovi che è di 7 mesi (anche se per questo prodotto è a mio avviso meno urgente un aggiornamento). Per non parlare della linea iPod, tutti teoricamente a fine ciclo, partendo dal Classic e finendo con il Touch. Sul fronte software, oltre ai già citati pacchetti, si inizia ad attendere anche un aggiornamento della suite professionale Final Cut Studio.

Vi ricordo l'interessante guida all'acquisto hardware di Mac rumors.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.