Interessante infografica mette a confronto Galaxy Tab e iPad

Visto che stamattina abbiamo parlato di futuri aggiornamenti dell'iPad per contrastare la crescente concorrenza, ho scandagliato il web alla ricerca di soluzioni che possano veramente concorrervi.

E come spesso capita, chi produce hardware o software destinato ad inserirsi in un mercato dominato da Apple, si propone con la classica logica del "di più". Così il Galaxy Tab di Samsung, di cui abbiamo parlato anche in passato e che appare come il più acerrimo nemico, arriva con una serie di features di tutto rispetto e mosso da Android 2.2.

Ho trovato in rete una infografica di confronto piuttosto completa e, fortunatamente, non realizzata da Samsung (visto che vale il detto "chi si loda si imbroda"). Questa mette in luce alcuni punti nevralgici dei due tablet:

Sapete già cosa penso dei vari cloni che vengono realizzati dei prodotti Apple. Tuttavia fin dall'inizio ho considerato molto interessante la proposta alternativa nel settore tablet, dove la maggiore apertura di Android potrebbe effettivamente renderli più appetibili al grande pubblico che vuole accantonare la penosa esperienza dei netbook (oggi in grande calo di vendite). Però in questo senso la scelta dello schermo ridotto a 7" non la trovo per nulla pratica, il 10" è più adatto agli scopi di un tablet a mio giudizio.

Visto così questo Galaxy Tab potrebbe sembrare un Galaxy S cresciuto... molto di più di quanto non lo sia l'iPad visto che questo ripropone anche tutte le funzioni telefoniche. Sulla carta è comunque molto completo, ma il costo da mediaworld è di ben 699€, quindi come un iPad da 3G da 32GB.

Peccato, fosse costato di meno lo avrei preso per un bel confronto... al momento il massimo che posso fare e farvi vedere il suo spot...

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.