Tips: proteggere la propria cartella pubblica di MobileMe

Parlando del widget che permette di inviare file sulla cartella pubblica di DropBox, il quale si basa semplicemente sull'ID utente (senza quindi account e password), molti di voi si sono chiesti se fosse dunque così facile mandare file nel nostro spazio pubblico. Effettivamente è così con DropBox. Certo indovinare l'ID di un altro utente (sono 7 o 8 numeri) non è così facile, tuttavia basta ricevere ad esempio un link ad un file pubblico da qualcuno e da lì si può risalire al suo ID ed iniziare quindi a riempire a piacimento la sua public folder (state quindi attenti a chi li mandate...).

Tuttavia un discorso analogo è possibile anche con MobileMe, la cui cartella pubblica di utente è accessibile via web tramite l'URL: http://public.me.com/utente

Su MobileMe però vi è un'opzione importante, attivabile sia via web (dal sito me.com) o, più semplicemente, dalle preferenze di sistema. Basta accedere al pannello iDisk di MobileMe ed attivare la protezione con password:

protezione password cartella pubblica mobileme

Dopo averla impostata (non è possibile inserire la stessa password del vostro account per motivi di sicurezza) tentando di accedere alla cartella pubblica si verrà bloccati da una richiesta di autenticazione:

password mobileme

Considerato che il nome utente è quello del vostro indirizzo di posta elettronica @me.com, potenzialmente chiunque riceva una vostra email è in grado di accedere al vostro spazio pubblico e di conseguenza scaricare o inviare qualsiasi file (che automaticamente verrebbe scaricato anche sull'iDisk locale del Mac). Consiglio dunque a tutti di attivare la protezione indicata.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram