WikiLeaks appare e poi scompare da App Store in 24 ore

Apprendo ora da ipadevice.com che Apple ha rimosso l'app WikiLeaks per iPhone ed iPad apparsa ieri. Pare che si trattasse infine di un progetto di terze parti e non facente capo direttamente ad Assange, ma comunque l'azienda di Cupertino ha deciso di tagliarla definitivamente dal suo store online.

Probabile che sia stata una mossa scaturita da considerazioni autonome, come già accaduto in passato. Tuttavia il fatto che poco prima fosse stata accettata è sospetto. Potrebbe in effetti essere l'ennesima prova di come i governi internazionali stiano "spingendo" per oscurare definitivamente il sito ed i suoi scottanti contenuti.

Meglio tirarsene fuori insomma...

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.