Recensione: Asphalt 6 Adrenaline HD per iPad +sorpresa

Prima di proseguire un breve flash: il primo arrivato potrà scaricare Asphalt 6 Adrenaline per iPhone (3,99€) gratuitamente con questo codice di riscatto: N994PNMEP49R [GIÀ USATO]

I giochi non sono affatto una mia passione, ma con uno strumento come l'iPad prima o poi si è invogliati a provarne qualcuno. Grazie a Gameloft, che sicuramente conoscete, ho testato la versione HD per iPad (5,49€) di questo divertente arcade sull'iPad di prima generazione.

Asphalt 6

Ci sono varie possibilità di configurazione dei controlli, partendo dalla più classica con accelerometro per sterzare, freno a sinistra e nitro a destra. Il gameplay è piuttosto divertente e la grafia di buona fattura. Nella modalità carriera il fulcro di tutto sono le auto, da sbloccare, personalizzare e potenziare. Veramente tanti modelli a disposizione, tra cui anche moto. Ogni campionato è composto da gare di diverso tipo, dovendo di volta in volta arriare nei primi tre, fare punteggi con le derapate, colpire le altre auto o evitare di essere colpiti.

Non è un gioco che punta sul realismo di guida, ma piuttosto a divertire "girando" su percorsi misti, scovando scorciatoie, raccogliendo punti con le acrobazie e sfruttando il nitro per entrare nella modalità Adrenaline (lo schermo diventa blu).

Sicuramente di buona qualità, Asphalt 6 Adrenaline HD è piacevole e divertente, con un costo corretto. Risulta anche piuttosto longevo se ci si diverte nella personalizzazione delle auto e a superare i tantissimi campionati a disposizione. Ma probabilmente il massimo si ottiene con il GameLoft Live e la modalità multigiocatore.

Nel video è riportato un errore sul voto che sarebbe dovuto essere di 4 stelle. Purtroppo con i test sul MacBook Pro in esportazione iMovie eseguiti questa mattina, ho finito per pubblicare il filmato sbagliato. E a guardare i voti su App Store (media 4,5) sono stato anche troppo severo. Eccovi il filmato:

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.