Lion Spoiler: il nuovo iCal e la pelle che non va via

In Mac OS X Lion, iCal ha subito qualche intervento migliorativo interessante, ma dalla seconda Developer Preview è stata apportata una modifica che ha fatto storcere il naso ai più.

ical

A destra vedete la versione originaria, mentre a sinistra quella più recente, con l'effetto "pelle" nell'interfaccia. In entrambi i casi è mostrata la comoda vista annuale, che è poi una delle novità del futuro iCal.

ical

Miglioramenti anche sulla vista giornaliera, che ora si presenta in modo molto più organico e completo, richiamando da vicino il l'app calendario dell'iPad. Altra novità è la gestione dei calendari, che ora avviene tramite un semplice popover, evitando quindi l'ingombro della barra laterale. Non può mancare anche qui la modalità fullscreen, come evidenziato dall'icona in alto a destra.

calendari

Su iOS per iPad il calendario si presenta come un libro fisico appoggiato sul legno, con un effetto molto piacevole. Questa interfaccia in pelle invece, non rende a mio avviso allo stesso modo ed anche il colore (quasi arancio) non rende giustizia all'applicazione. Inoltre questa non è un'opzione modificabile dalle preferenze, ma è l'unica interfaccia possibile (per ora...).

Di critiche ne sono piovute a volontà, al punto che avrebbe senso un ritorno al passato nelle successive release. Ma seppure siamo ancora in una fase "sperimentale", guardando al recente passato e a quanto accaduto con l'icona di iTunes 10 è lecito immaginare che Apple non tornerà sui suoi passi. In tal caso rimane da domandarsi: ci abitueremo? O magari a qualcuno piace già così?

In tutti i casi mi aspetto che, se questa grafica verrà confermata, ci saranno dei pack per ristabilire l'interfaccia standard, come già accaduto proprio su iTunes 10.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.