Oracle: OpenOffice.org ritorna alla community open-source

Due mesi fa salutavamo con piacere la prima versione definitiva di LibreOffice, nato dal codice di OpenOffice.org da quegli sviluppatori (tanti) che non stavano per nulla apprezzando la linea di sviluppo seguita da Oracle.

libreoffice

E sembra che in fondo il progetto abbia sortito il suo scopo e in un tempo veramente minimo. È di ieri la notizia, appresa su Punto Informatico, che Oracle smetterà di commercializzare la versione a pagamento di OpenOffice.org (StarOffice) e darà nuovamente man forte sul progetto alla community open-source.

Sarà davvero così? Di certo non si tratta di un comunicato di pura immagine dal momento che seguirà l'atto di pratico dell'interruzione di vendite di StarOffice, ma se veramente il progetto ritornerà nella mani delle community open-source LibreOffice non avrebbe più motivo di esistere.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.