Modalità HiDPI e Display Retina nei Mac, facciamo chiarezza

Più di un utente ci ha contattato chiedendoci come mai non abbiamo parlato su SaggiaMente della fantomatica modalità HiDPI scoperta qualche giorno fa da Cult Of Mac. In effetti si sono moltiplicate in rete le traduzioni della guida video realizzata dal famoso blog ma senza le opportune spiegazioni ne è venuto fuori un minestrone di teorie. Tant'è che alcuni hanno capito di poter aumentare la risoluzione dei propri schermi.

Intanto iniziamo col dire che nei pannelli LCD c'è una risoluzione nativa che non può essere modificata in nessun modo. Sono costituiti da quella che per semplificare potemmo chiamare "griglia di pixel", a prescindere dal tipo di retroilluminazione (i recenti Mac sono tutti a LED). Se notate nel pannello di preferenze del monitor è però possibile selezionare alcune risoluzioni minori. Attivandone una le immagini a schermo verranno ridimensionate ed "interpolate" risultando qualitativamente più scadenti.

qualita

Seguendo la guida di Cult Of Mac si otterranno alcune risoluzioni in più con l'indicazione (HiDPI).

Ovviamente anche in questo caso non sarà possibile fisicamente incrementare la risoluzione nativa della "griglia di pixel" del pannello ma vengono impiegate delle immagini di dimensione doppia per apparire più nitide (come accade con iPhone 4/4S(. In tutti i casi ad oggi si tratta di un puro esperimento che nella maggior parte dei casi non avrà alcuna utilità. Il problema che l'HiDPI andrà a risolvere in futuro è quello di permettere un notevole incremento di risoluzione dei display senza che i caratteri e gli elementi dell'interfaccia diventino troppo piccoli e senza che, ingrandendosi, perdano di qualità. In sostanza l'obiettivo da raggiungere per avere la qualità del Retina Display di iPhone sui Mac è il cosiddetto "resolution independent". Ma per ottenere questo risultato la strada migliore richiederebbe che gli elementi grafici dei prossimi OS X non siano più realizzati con immagini raster (png, tiff, gif, ecc..) ma con elementi vettoriali (tipo svg), liberamente scalabili senza perdita di qualità.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.