Recensione: protezione trasparente per il nuovo iPad compatibile con Smart Cover

A proteggere lo schermo dei nostri iPad ci pensa la Smart Cover, soluzione preferita dalla maggior parte degli utenti per via della sua semplicità e praticità. Da quando è stata presentata, insieme all'iPad 2, la cover "magica" ha riscosso un grande successo, lasciando un solo punto interrogativo: la protezione del dorso. Ecco perché numerosi produttori hanno realizzato back cover "compatibili" con la Smart Cover, proprio come la iBack Smart Case.

iback-smart-case-vuota

È realizzata in poliuretano rigido e resistente, ben profilato per agganciarsi facilmente al retro del nuovo iPad con fori ed insenature per tasti, fotocamera, connettori, cassa, ecc... La plastica è lucida e particolarmente trasparente, per cui l'estetica rimane davvero intatta.

iback-smart-case-nuovo-ipad

Su tutto il bordo laterale vi è una rientranza specificatamente realizzata per ospitare la Smart Cover, la quale mantiene intatte tutte le sue funzionalità.

iback-smart-case-cover

voto 3,5Conclusioni / Costi
La iBack Smart Case è rigida e resistente ma non intacca l'estetica del nuovo iPad. Si aggancia e si sgancia piuttosto facilmente con la semplice pressione, ma rimane ben salda al suo posto grande alla giusta sagomatura. Protegge molto bene tutte le aree lasciate scoperte dalla Smart Cover, creando così un'accoppiata perfetta. Su di un aspetto potrebbe migliorare: lo spessore. Un po' più sottile e sarebbe stata perfetta. Il prezzo di 14€ sul sito del produttore Anycast Solution è in linea rispetto ad altri prodotti analoghi. Tutto sommato un buon prodotto.

PRO
+ Protezione resistente per il dorso
+ Perfettamente compatibile con la Smart Cover
+ Quasi invisibile esteticamente

CONTRO
- Avremmo preferito una plastica leggermente più sottile

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram