Con Flutter controlliamo il Mac con le mani sfruttando la webcam

Vi ricordate dell'innovativo sistema di puntamento che abbiamo presentato alcuni giorni fa? Leap è al momento in preordine e ad un prezzo interessante, ma se volete provare qualcosa di simile – seppure molto ridotto – potete già farlo a costo zero con Flutter. La piccola app fa davvero poco allo stato attuale, dal momento che consente semplicemente di gestire lo stato di play/pausa di alcuni software (tra cui iTunes, VLC, QuickTime), ma nella prima riga della descrizione viene indicato: "Free for limited time until new gestures and apps are released", per cui ci sono speranze che a breve venga aggiunto il riconoscimento per altre gestures.

flutter

Flutter sfrutta la webcam del Mac per leggere la posizione della nostra mano, una soluzione logica che consente di lavorare a costo zero, ma ha anche dei lati negativi. Ad esempio l'app in background occupa circa il 3% di CPU in idle, ma se riconosce un po' di movimento sulla cam sale rapidamente a 15-20%, dal momento che deve verificare la presenta della mano analizzando le immagini catturate. Inoltre è presumibile che in condizioni di scarsa luminosità cessi di funzionare.

flutter-menu

Perché provarla allora? Intanto per essere aggiornati dal Mac App Store appena ci saranno aggiornamenti, sperando che questi vengano inclusi nell'app attualmente gratuita. E poi perché, anche se solo per una volta, è davvero piacevole vedere il computer che risponde a stimoli visivi.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.