Tips: creare note protette nativamente con Accesso Portachiavi

Conoscere OS X fino a fondo non è affatto semplice e molto spesso si finisce per utilizzare applicazioni di terze parti per fare cose per le quali basterebbero le sole utility di base. Un esempio è quello delle note protette: esistono numerosi software che consentono di archiviare testi o dati proteggendoli da occhi indiscreti ed è anche una delle funzioni secondarie del noto 1Password (recensione), ma non tutti sanno che ciò è già possibile con Accesso Portachiavi, localizzata in Applicazioni / Utility.

Nella sezione Categoria si trovano le note protette, le quali si creano dal menu Archivio / Nuova nota protetta...

nota-protetta

Vi si può assegnare un nome (l'etichetta "Nome portachiavi:" è errata perché quello è il nome della nota) e sotto inserire un testo semplice, senza formati, grassetti, ecc..

nota-protetta-portachiavi

Dopo averla aggiunta all'archivio questa apparirà nell'elenco Note protette e per leggerla, nonché modificarla, sarà necessario autenticarsi con nome utente e password amministrativa.

accesso-nota-protetta

Utile e molto semplice creare, tutto già presente in OS X senza applicazioni di terze parti.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.