Ecco Firefox mobile OS, il sistema operativo di mozilla pronto per il 2013

Tra iOS ed Android sembra che non ci sia davvero spazio per un nuovo sistema operativo mobile. Anche la stessa Microsoft, con il suo Windows Phone, prosegue il cammino con non poche difficoltà e con quote di mercato ancora esigue. Mozilla, particolarmente nota per le sue applicazioni su base Gecko come Firefox e Thunderbird (progetto ora abbandonato), è intenzionata ad affrontare la sfida con un suo OS nato dall'accoppiata Linux/Gecko.

Attualmente noto con il nome di Firefox mobile OS, il sistema operativo sta prendendo vita e, a detta di Mozilla, si troverà già sui primi smartphone nel 2013. Probabilmente il primo approccio avverrà in America Latina ma, successivamente, dovrebbe diffondersi ed arrivare anche in Europa. Non sarà per nulla semplice sfidare i due colossi Apple e Google, specie considerando che i loro OS mobile godono ormai di una folta schiera di affezionati utenti e di una lunga storia fatta di perfezionamenti, versione dopo versione.  D'altro canto un nuovo player non può che farci piacere, non tanto per una questione di concorrenza pura e semplice ma piuttosto perché ogni nuovo progetto porta ad un'arricchimento della piattaforma mobile. Inoltre Mozilla, secondo quanto riporta neowin, sottolinea che Firefox mobile partirà già molto completo ed in grado di competere con i migliori OS attuali, arrivando anche ad essere più veloce e leggero di tutti gli altri ed ancora più aperto di Android. Per quanto si tratti di semplici dichiarazioni non si può negare che appaiano interessanti.

firefox-os

Gli screenshot attualmente disponibili non fanno sicuramente gridare al miracolo in quanto ad innovazione e design ma il progetto di Mozilla non sembra essere quello di tracciare nuove rotte quanto, piuttosto, di prendere il meglio di quello che finora hanno fatto Apple e Google rivisitandolo in chiave propria: velocità, robustezza, apertura.

firefox-os-2

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.