Da pochi giorni il progetto BlueStarcks è entrato in beta pubblica ed ora può essere scaricato e provato da tutti gli utenti Mac e Windows. Il sistema è in grado di virtualizzare le app Android e renderle eseguibili all'interno del proprio ambiente. Non è esattamente una distribuzione completa ed alternativa dell'OS mobile di Google ma piuttosto un app player che, attualmente, consente di avviare ed utilizzare circa 750,000 app Android.

app-player

Il progetto è molto interessante e divertente ma, dopo averci giocato un po', ci siamo chiesti quale potrebbe essere il suo reale impiego e quale la sua utilità. In effetti non consente di avere un completo OS e di installare le app native che si trovano sul Play Store per cui non è neanche indicata come piattaforma di test. Un puro esercizio di stile? Probabile, ma merita comunque un giro di prova.

 

 

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.