iClouDrive: utility per i nostalgici di iDisk

Sin dall'introduzione di iTools, la prima suite di servizi online di Apple (ai tempi era un notevole passo in avanti ed era per di più gratuita), è stato disponibile il buon vecchio iDisk, un servizio di sincronizzazione di qualsiasi tipo di file fra Mac e Mac.

iDisk era visto come un volume montato sul proprio computer ed era possibile condividere i file semplicemente trascinandoli al suo interno. Con il lancio di iCloud, però, Apple lo ha eliminato dai suoi servizi (anche se si è saputo in seguito che Jobs era interessato all'acquisizione di Dropbox per integrarlo in iCloud).

Per i nostalgici di iDisk e per chi non ha l'esigenza di utilizzare servizi ben più completi come Dropbox, Box.net o Amazon S3, Sebastian Hallum Clarke, uno sviluppatore indipendente che ha fondato la sua Zibity Software, ha programmato iClouDrive, una piccola utility che, di fatto, crea un nuovo iDisk su tutti i Mac su cui la installiamo e che, ovviamente, sono registrati su iCloud con il nostro account.

Schermata 2013-04-13 alle 15.21.06

Per installare iClouDrive vi basterà scaricarlo dal sito dello sviluppatore e, dopo averlo decompresso, copiarlo nella cartella Applicazioni del vostro computer, fare doppio click sulla sua icona e accettare le varie condizioni. Il programma creerà una cartella iClouDrive nella vostra Libreria all'interno della quale è possibile caricare i file che volete sincronizzare fra i vostri vari Mac. Ovviamente lo spazio a vostra disposizione dipenderà da quello libero del vostro piano di iCloud.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.