Intel raddoppia la velocità di Thunderbolt sperando in una sua maggiore diffusione

Intel oggi ha annunciato di aver compiuto un passo avanti nella tecnologia Thunderbolt, sviluppata in collaborazione con Apple, consentendo una velocità di trasferimento dei dati pari a 20 Gbps in entrambe le direzioni (ossia sfruttando i due canali a disposizione, per un totale di 40 GBps) e implementando anche le specifiche DisplayPort 1.2.
La nuova versione di Thunderbolt (nome in codice: Falcon Ridge) consente addirittura di riprodurre un film in formato 4K, utilizzare un display esterno e non incidere sulla velocità di trasferimento dei dati verso un dispositivo di memoria esterno. La produzione delle nuove porte dovrebbe iniziare nel 2014 e i nuovi cavi saranno disponibili al momento del lancio primi computer dotati delle nuove porte che, ovviamente, saranno retrocompatibili gli attuali dispositivi Thunderbolt in commercio.inteldsc00335

Thunderbolt è a mio parere una tecnologia molto più interessante e affascinante di USB 3.0, sia per la sua versatilità sia per la sua potenza: basti pensare ai vari dock di espansione (come il Sonnet Echo 15 Thunderbolt Dock) che permettono di aggiungere nuove porte, nuovi dischi (anche SSD, senza creare colli di bottiglia) e persino lettori Blue Ray grazie ad un unico cavo.
Il vero problema di Thunderbolt è costituito dai prezzi dei dispositivi compatibili: spesso i più utili costano dai 300 € in su, ma forse, grazie a questo speed bump, Intel può sperare in una sua maggiore diffusione fra i produttori di computer, ancora orientati verso uno standard più economico ma molto meno veloce come l'USB 3.0.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.