Olympus vince la scommessa con la E-M1 e recupera gran parte delle perdite

Frequentemente le mirrorless vengono considerate come sorelle minori delle reflex. Lo dicono chiaramente le vendite, specchio della percezione dei fotografi, ma la distinzione sta andando via via assottigliandosi grazie alla maturazione di questo segmento e ad alcune fotocamere come le Sony A7/A7r, prime mirrorless ad obiettivi intercambiabili con un sensore full frame da 35mm. Alcuni brand di rilievo continuano a scommettere tutto su questo mercato, non solo Sony ma anche Fujifilm, Panasonic ed Olympus. Le ultime due lo fanno da più tempo e portano avanti anche una scommessa nella scommessa: non solo mirrorless ma anche quelle con il sensore più piccolo. Nella fotografia digitale la dimensione del sensore è spesso considerata come una categorizzazione all'origine, APS-C per amatori e Full Frame per i professionisti, per cui se ne deduce che il Micro Quattro Terzi, ancora più piccolo dell'APS-C, non possa mai avere aspirazioni professionali. Eppure sia Panasonic con le GH3/GH4 che Olympus con la E-M1 hanno mirato ad un target di prezzo solitamente destinato a prodotti con sensori più grandi. Panasonic ha vita più facile per via della sua specializzazione nel video, dove i sensori sono tradizionalmente di piccolo taglio, ma per Olympus, prettamente focalizzata sulla fotografia, la vita è decisamente più difficile. L'azienda che è rinata nel mercato digitale grazie alle PEN ora scommette che la serie OM-D possa interessare anche i professionisti, con un modello, la E-M1, dal prezzo decisamente elevato e con obiettivi altrettanto costosi.

om-d_e-m12

In molti erano sicuri di un flop ed Olympus non se la passava decisamente bene dal punto di vista finanziario, avendo superato anni difficili con cospicue perdite. Eppure la E-M1, la fotocamera più controversa del mercato mirrorless, ha avuto effetti molto positivi sul trend economico. Da quando la E-M1 è stata presentata l'azienda ha ottenuto un incremento nelle vendite del 19% che hanno consentito una riduzione delle perdite di circa il 60%. Olympus non è ancora in positivo con il settore delle fotocamere ma i risultati ottenuti grazie alla E-M1 (che è anche tra le mirrorless più vendute su Amazon.com) fa ben sperare. Inoltre questa vittoria ha un sapore ancora più dolce per via di quella doppia scommessa: Olympus ha visto la possibilità di un mercato fotografico professionale nel settore del Micro Quattro Terzi ed ha avuto ragione.

incremento-vendite

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.