Studio legale prepara una class action contro Nikon per le D600 difettose

L'anno scorso ha creato un gran clamore il caso della Nikon D600 (recensione), macchina eccellente e al tempo stesso sfortunata per l'increscioso difetto dello sporco sul sensore. La casa madre non è mai stata particolarmente chiara in merito, mancando di fornire una risposta efficace ai malcapitati acquirenti, lasciandoli in balia dell'assistenza tecnica. Invece di risolvere una volta per tutte il problema si è deciso di creare un nuovo modello, quella Nikon D610 che è apparsa, fin da principio, come un pallido tentativo di mettersi tutto alle spalle. In effetti si sente sempre meno parlare di D600 e del suo sensore che tende a sporcarsi ma non tutti sono disposti a dimenticare.

Come scoperto da Nikon Rumors lo studio legale Lieff Cabraser Heimann & Bernstein sta attualmente raccogliendo tutti i casi di malcontento capitati negli US per creare una class action nei confronti di Nikon. Chiunque abbia acquistato una D600 negli states e si sia trovato di fronte al problema può lasciare i propri dati ed entrare a far parte di questa causa collettiva. Potrebbe essere una bella gatta da pelare per Nikon, ma si poteva anche prevedere perché, come si dice in questi i casi, tutti i nodi vengono al pettine... prima o poi.

classaction

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram